Orgogliosi di essere migranti a Palermo

A Yodit Abraha il premio “Rosa Parks”, per la difesa dei diritti umani. Al Liceo “Vittorio Emanuele” una mattinata di riflessione e di festa

Yodit Abraha

Yodit Abraha

Si chiamava Rosa Louise McCauley ma, una volta sposata, prese il cognome del marito, Raymond Parks, attivo nel movimento dei diritti civili. Famosa per aver rifiutato, nel 1955, di cedere il posto su un autobus a un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus a Montgomery, Rosa Parks è da sempre una figura simbolo della lotta contro le ingiustizie e a lei,  la Human Rights Youth Organization, ha dedicato il premio, in programma dalle 9 alle 13 di domani, sabato 1 marzo, “Giornata dell’orgoglio di essere migranti”, al liceo classico “Vittorio Emanuele” di Palermo.

Giunta alla quinta edizione, la manifestazione è ormai un appuntamento consolidato che rinnova l’impegno e la lotta per i diritti, contro il razzismo, le frontiere e lo sfruttamento. Una mobilitazione che da alcuni anni unisce migranti e autoctoni nell’affermazione della dignità dell’essere umano, del diritto alla libera circolazione e alla scelta del luogo in cui risiedere, come anche del valore del meticciato in quanto diritto di cittadinanza.

L’edizione 2014 sarà ancora più significativa per il nostro territorio dal momento che il premio verrà conferito alla dottoressa Yodit Abraha, scelta per l’ intensa attività svolta in ambito sociale, non solo per l’impegno legato all’organizzazione di questo specifico evento. Un lavoro, il suo, veramente incessante a favore delle fasce svantaggiate della nostra società, in particolar modo di quella palermitana. Un riconoscimento, che fonde e rilancia tre aspetti – la tutela dei diritti umani, la lotta non violenta, la battaglia contro l’esclusione sociale e l’emarginazione – dando valore all’impegno di singole personalità operanti nel nostro territorio.“In riferimento al fenomeno migratorio – sono le motivazioni del premio – ha sempre messo al primo posto l’essere umano, non facendo mai distinzione tra chi era richiedente asilo e chi no. Una difesa umanitaria dei diritti, che ha funto da ispirazione anche per il nostro lavoro associativo”.

Rosa Parks

Rosa Parks

Intenso il programma della mattinata, alla quale parteciperanno l’assessore comunale alla Partecipazione, Giusto Catania; il presidente della Consulta delle Culture, Adham Darawsha; il referente dei Giovani Tamil di Palermo, Stefano Edward; il presidente dei “Sicil Africa Students”, Bijou Nzirirane; l’insegnante Yohaness Gebremesklel; Mabel Kubo, di SUCCESS.  Modererà l’incontro la stessa Abraha, referente di “Primo Marzo Gruppo Palermo”.  Sarà anche proiettato il video “Storie di Vita”, curato dai “Giovani in Crescita” della Cooperativa “Albero della vita”, alla cui visione seguiranno alcune testimonianze e diverse esibizioni artistiche. Completerà la manifestazione la mostra fotografica  “Diritto di Cittadinanza” realizzata da Giovanna Di Miceli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...