Vini dolci, cibo e degustazioni i protagonisti di una kermesse, che farà conoscere Pantelleria anche attraverso la sua storia

PassitalyNon solo degustazioni e sortite nelle aziende vitivinicole impegnate nella raccolta delle uve, ma anche visite archeologiche, cooking show e musica per scoprire e apprezzare le bellezze di Pantelleria. Così come ancora dibattiti, convegni e workshop, aperti a tutti coloro che vogliono approfondire le conoscenze sulla viticoltura eroica dell’isola.

Questo è quanto riserverà ai turisti presenti nell’isola Passitaly 2014, la kermesse interamente dedicata alla celebrazione dei vini dolci naturali del Mediterraneo, che terrà banco nell’isola sino al 4 settembre. A promuoverla sono l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca Mediterranea, il Comune di Pantelleria, l’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia e il GAL delle Isole di Sicilia.

Numerosi i percorsi di enogastronomia, natura e paesaggio, archeologia e cultura, che verranno proposti da Passitaly Experience per far scoprire anche gli aspetti del paesaggio che riserva questa splendida e selvaggia isola nera, sempre capace di ammaliare chiunque vi metta piede sopra.

Il programma odierno, per esempio, prevede che alle 11.30, al Castello Barbacane, si riunisca il “tavolo tecnico dedicato alla viticoltura delle piccole isole”; momento seguito dalla presentazione del “Progetto Unesco”, a cui prenderanno parte: Salvatore Gino Gabriele, sindaco di Pantelleria; Pier Luigi Petrillo, consigliere giuridico del Ministero delle Politiche Agricole; l’assessore regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, Ezechia Reale; l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione, Nelli Scilabra; Pietro Alagna, presidente del Consorzio Tutela DOC Pantelleria. Tutti insieme si confronteranno su quali azioni di rilancio della viticoltura eroica delle isole del Mediterraneo è possibile mettere in atto.

Il Castello Barbacane

Il Castello Barbacane

Alle ore 18.30, invece, nella stessa location del mattino, si terrà il work-shop dedicato alle azioni di sviluppo rurale e al Gal delle piccole isole, che vanterà nuovamente la presenza del primo cittadino, insieme a: Rosaria Barresi, dirigente generale del Dipartimento dell’assessorato regionale all’Agricoltura; Antonio Rallo, presidente CdA DOC Sicilia; Ornella Laneri, presidente di Confindustria Sicilia – Settore Alberghi e Turismo; Cristian del Bono, presidente della Federalberghi – Piccole Isole di Sicilia; Ermanno Paladino, presidente del Consorzio Pantelleria Island. Parteciperanno anche i rappresentanti dei Gal Nebrodi, Elimos e Isole di Sicilia.

Alle 18 di domani, lunedì 1 settembre, sarà possibile visitare l’Acropoli di San Marco e quella di Santa Teresa, due gioielli archeologici dell’Isola che hanno permesso il recupero di importanti elementi storici per la ricostruzione e la conoscenza di Pantelleria e della sua zona storica. È, infatti, su entrambe le alture che si concentravano le principali funzioni politiche, pubbliche e sacre dell’insediamento d’epoca punica e romana. La visita, per l’occasione, sarà guidata da Thomas Schaefer, dell’Università di Tubiga, attuale Coordinatore degli scavi nella zona archeologica del grande complesso urbano nell’isola, e da Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana.

Il tour archeologico proseguirà con la visita delle Tombe Rurali Bizantine e del Parco Archeologico dei Sesi. La giornata si concluderà con la rappresentazione teatrale, nel suggestivo Teatro “Al Lago Specchio di Venere”, di “Medea Material” di Heiner Muller con Annalisa Canetto, Marinella Debernardi, Luca Brancato, e la regia dello stesso Brancato. Il suo inizio è previsto alle 19.

Altrettanto interessanti gli appuntamenti di “Passitaly 2014” per la giornata di martedì 2. Si comincia alle 17.30 con lo spazio dedicato alla ristorazione pantesca. Nel corso dell’incontro si parlerà delle materie prime dell’isola, del successo della cucina locale e del suo futuro tra tradizione e innovazione. In chiusura, cooking show, a cura della scuola di cucina “L’Arte del Cucinare” di Manila Foresti e Mariella Barracco, con la presenza di Anna Torgler.

A partire dalle ore 18, invece, torneranno protagoniste la storia e l’archeologia dell’isola con la visita delle Tombe Rurali Bizantine e del Parco Archeologico dei Sesi. La grande musica del “Royal Trio” allieterà la serata, a partire dalle 22, con lo spettacolo “Jazz al Passito”.

vino_passito_pantelleria_NAlle 17.30 di mercoledì 3 settembre, nuovamente al Castello Barbacane, si parlerà di “Enologia delle Piccole Isole”. A dibattere il tema saranno: Luca Bianchi, capo dipartimento del Ministero delle Politiche Agricole; Lucio Monte, direttore dell’ IRVO, e gli enologi Carlo Ferrini, Donato Lanati e Nicola Centonze. A seguire, si potrà partecipare a una speciale visita tra le architetture che connotano il paesaggio di Pantelleria: i terrazzamenti e i dammusi. A guidare il pubblico saranno: lo storico Peppe D’Aietti; Antonino Parrinello, capo gabinetto dell’assessorato Regionale all’Agricoltura, Antonino Di Giacomo, commissario straordinario dell’IRVO.

Per quanti vorranno trascorrere una serata diversa dalle altre, alle 22, in piazza Cavour, la scuola di tango coinvolgerà l’intera isola in una speciale notte, durante la quale tutti, abitanti e turisti, saranno invitati a partecipare vestiti di bianco. Lo spettacolo sarà preceduto da un’asta di beneficienza di vini, a cura della locale sezione dei Lions Club. I fondi raccolti saranno destinati alla realizzazione di un parco giochi a Pantelleria.

L’ultima giornata di questa kermesse dedicata ai vini dolci del Mediterraneo si aprirà alle 12.30, ancora al Castello Barbacane, con alcuni talk show, i cui protagonisti saranno i produttori che avranno preso parte alla manifestazione. A moderare i lavori sarà Andrea Gabbrielli, storica firma del giornalismo enologico nonché esperto dell’enologia eroica praticata nelle piccole isole.

Insomma, nulla verrà lasciato al caso durante “Passitaly 2014“,  le cui iniziative saranno particolarmente dedicate agli enoturisti, che tutti i giorni, dalle 9.30 alle 11.30, potranno visitare le cantine aderenti, come anche i vigneti, per assistere alle fasi di raccolta e assaggiare gli acini direttamente raccolti dalle piante. Sarà, inoltre, possibile parlare con i produttori, degustando una selezione dei vini aziendali.

Pantelleria

Pantelleria

Senza contare che ogni giorno, dalle 18 e fino alle 20, nel grande cortile interno del Castello, si potranno assaporare i vini passiti delle cantine italiane e straniere partecipanti alla manifestazione.

Difficile, dunque, non restare ammaliati da così tante proposte, non solo per inebriarsi con i calici e le prelibatezze gastronomiche di Pantelleria, ma anche per conoscere – qualora fosse la prima volta – un’isola dove non manca proprio nulla e che, proprio per questo, è il luogo ideale in cui potere realizzare tutti i propri sogni. Ulteriori informazioni, sul sito http://www.passitaly.com.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...