L’Efebo d’Oro lascia Agrigento e approda a Palermo. Dal 3 al 5 dicembre premi a Munzi, Costanzo, Ficarra e Picone

efeboSbarca a Palermo il 3 dicembre, tenendo banco sino al 5 al cinema Rouge et Noir, la trentaseiesima edizione dell’Efebo d’Oro, premio nato ad Agrigento nel 1979 e destinato a opere cinematografiche e televisive ispirate alla narrativa.

Efebi d’Oro 2014 saranno, per esempio, le quattro targhe speciali che andranno all’autore del romanzo di “Anime nere”, Gioacchino Criaco, e agli attori Fabrizio FerracanePeppino Mazzotta e Aurora Quattrocchi. Ma anche a Saverio Costanzo – noto al grande pubblico per “La solitudine dei numeri primi” e “Hungry Hearts” – per “In treatment”, la serie di Sky sulla psicanalisi che ha offerto con originalità un’identità nuova al linguaggio filmico in tv. In America è incentrata sullo psicoterapeuta Paul Weston, interpretato da Gabriel Byrne, mentre in Italia dal dott. Giovanni Mari, nei cui panni si cala Sergio Castellitto. La targa speciale sarà consegnata a Guido Caprino, uno degli interpreti più sensibili.

Per meglio dare l’idea di cosa parliamo, “Anime nere”, un compendio di “In treatment” e “Andiamo a quel paese”, del duo comico palermitano Ficarra e Picone, saranno proiettati alla presenza degli stessi protagonisti. Il Premio Speciale del Centro di Ricerca per il Cinema e la Narrativa, quest’anno andrà a “Eduardo De Filippo: Scavalcamontagne, cattivo, genio consapevole”, la recentissima opera dello scrittore, regista e sceneggiatore (Ediesse) Italo Moscati, pubblicata in occasione dei 30 anni dalla morte del grande Eduardo De Filippo. Un lavoro che mette a fuoco la poliedrica personalità espressa, oltre che nel teatro, nel cinema e nella televisione. Un premio al linguaggio, che l’Efebo d’Oro aggiunge al già nutrito carnet di questa edizione.

Dalla Valle dei Templi, dunque, al capoluogo siciliano. Un trasferimento deciso per non perdere la continuità o disperdere quel che viene considerata una bella antologia di nomi e di eventi.

«In questi ultimi mesi ad Agrigento – afferma Egle Palazzolo, presidente del Centro di Ricerca per il Cinema e la Narrativa – abbiamo valutato con il consiglio di amministrazione le difficoltà logistiche, oltre che economiche, che non ci consentivano di attrezzarci per tempo. Il capoluogo siciliano sembrava più facilmente raggiungibile e in grado di ospitarci degnamente. Dopo tanti anni, l’Efebo fa la valigia e si avvia a fare un giro dell’isola, cominciando da Palermo grazie al patrocinio del Comune».

Previsti anche dei “Premi alla carriera”, resi possibili dalla Banca Popolare Santangelo, sponsor del Premio. Andranno a due personaggi cari al pubblico, come Ficarra e Picone, “per avere portato l’humour siciliano a un reiterato successo sia al cinema sia in televisione grazie alla loro intelligenza e a una personale efficacia di linguaggio.

La cerimonia conclusiva avrà luogo alle 18.30 di venerdì 5, al Cinema De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa, con la consegna delle statuette d’oro.

Bianca Palermo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...