All’ospedale Cervello pupi e clown per un pomeriggio tutto dedicato ai bambini

MRNSarà un pomeriggio sociale quello in programma domani, venerdì 28 novembre, a partire dalle 15, nel reparto Pediatria dell’Ospedale Cervello, dove il gruppo Facebook M.R.N., con la guida dei clown dell’associazione “Ridi che ti passa”, offrirà ai piccoli ospiti della struttura ospedaliera dei momenti divertenti e, allo stesso, educativi per consentire a loro e alle loro famiglie di trascorrere una giornata indimenticabile.

Reparto supereroi” é il titolo di questa iniziativa, che avrà come protagonisti gli insegnanti e gli allievi della Scuola del Fumetto di Palermo, il noto artigiano e puparo Salvatore Bumbello e lo staff di Effemodel. In una delle stanze del reparto verrà allestito un piccolo teatro, dove si svolgerà lo spettacolo condotto da Bumbello, dando modo agli stessi bambini di muovere i pupi.

Con l’aiuto dello staff di Effemodel, potranno poi pilotare alcuni elicotteri radiocomandati da camera, come anche dilettarsi con il plastico di trenini Lima. Ogni piccolo paziente riceverà dai disegnatori della Scuola del Fumetto un disegno raffigurante il proprio eroe dei cartoni, scoprendo allo stesso tempo come nasce un fumetto e come si può diventare allievi della scuola. Coloro che non potranno lasciare le loro stanze riceveranno direttamente in camera la visita del pupo Orlando e dei fumettisti.

Al termine dell’evento i piccoli pazienti riceveranno il braccialetto M.R.N., mentre la direzione di Effemodel Palermo donerà giocattoli e gadget a tutto il reparto. Si uniranno a loro il Vespa club Palermo e la Livarossi.

Bianca Palermo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...