La “Via Crucis” di Agostino Prestigiacomo, in mostra all’Oratorio di San Mercurio

 

Una delle opere in mostra

Una delle opere in mostra

Ancora una settimana e celebreremo la Santa Pasqua, ritrovandoci nelle tante splendide chiese di Palermo a vivere coralmente la Passione di Cristo.

Un periodo di raccoglimento spirituale, aiutato anche dalle tante iniziative culturali proposte in città. Una di queste è “Via Crucis – Opere in corda piombata” , la mostra di  Agostino Prestigiacomo che si inaugura alle 18 di domani, sabato 28 marzo, all’Oratorio di “San Mercurio”, nel cortile di San Giovanni degli Eremiti, nel centro storico del capoluogo siciliano.

Sedici in tutto le opere di  questa esposizione –  organizzata dall’Associazione “Settimana delle Culture” e dagli Amici dei Musei Siciliani -, realizzate con la tecnica della “piombatura” da questo artista palermitano, classe 1930, le cui radici affondano nella borgata di Vergine Maria. Un metodo, quello utilizzato nello specifico, reso possibile da un lungo e paziente lavoro di intreccio eseguito con la corda di Manila, abitualmente utilizzata in campo marinaro per creare cime, gomene e funi per le navi, o anche per la fabbricazione di reti da pesca. Ex operaio dei Cantieri Navali di Palermo,  Prestigiacomo è stato “imbarcato” a lungo e ha “armato” la nave goletta Palinuro della Marina Militare Italiana.

Ad allietare i presenti, nel corso dell’inaugurazione, sarà l’arpista Romina Copernico, con un repertorio di brani eseguiti con l’arpa celtica. Si spazierà dalla musica classica a quella di tradizione celtico-irlandese, sino alle creazioni personali, strumentali e cantate allo stesso tempo. Offrendo, come di norma fa l’esecuzione in arpeggio, suoni e parole capaci di esprimere temi assai cari: dai ricorrenti sentimenti per la sua gente alle tematiche più genuinamente identitarie. L’arpa della Copernico, in modo particolare, evocherà suoni antichi della più appassionante tradizione musicale a corda, insieme ad armonie antiche di singolare orecchiabilità e di non comune emotività. La mostra si potrà visitare tutti i giorni dalle 10 alle 18, sino al 6 aprile.

Gilda Sciortino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...