Gillespie, Gordon, Evans, Tolliver, Solal e D’Andrea i protagonisti del 4° cd de “I grandi concerti del Brass Group”

Dizzy Gillespie (1)

Dizzy Gillespie

E’ in occasione della “Giornata internazionale del jazz” proclamata dall’Unesco che, alle 21.15 di giovedì 30 aprile, verrà presentato al Ridotto dello Spasimo il quarto cd della collana “I grandi concerti del Brass Group”.

Curata da Maurizio Zerbo per il “Centro Regionale per il Catalogo”, diretto da Marco Salerno, con la collaborazione della Fondazione “The Brass Group”, la pubblicazione include registrazioni live di indimenticabili concerti della storica fondazione palermitana, coprendo un arco temporale che va dal 1974 al 1986.

Protagonisti di questo importante progetto sono sei giganti del jazz moderno: Dizzy Gillespie, Charles Tolliver, Dexter Gordon, Gil Evans con la “Brass Group Big Band”, Martial Solal e Franco D’Andrea. Artisti, che hanno avuto un’influenza decisiva sul jazz contemporaneo, sia a livello compositivo sia sul piano dell’organizzazione sonora.

Nomi ormai consegnati alla grande storia del jazz, che hanno saputo regalare al loro pubblico imprevedibilità, fantasia e tensione emotiva, insieme a ciò che negli Stati Uniti si definisce “stamina”: l’energia vitale, unica e irripetibile del climax espressivo, favorito dalla dimensione live.

Dexter Gordon

Dexter Gordon

«Al di là dell’alto livello dei brani – spiega Ignazio Garsia, presidente della Fondazione “The Brass Group” – l’ascolto del cd diviene anche un’occasione importante per rileggere gli ultimi trent’anni di storia del jazz, al fine di comprendere i paradigmi musicali della contemporaneità. Le magistrali interpretazioni di brani immortali quali “A Night In Tunisia” e “Footprints”, infatti, mettono in mostra avvincenti tecniche di improvvisazione, sonorità e strutture armoniche, divenute oggi “conditio sine qua non” del jazz contemporaneo».

Tanto per fare un esempio, il brano interpretato dalla “Brass Group Big Band”, oggi “Orchestra Jazz Siciliana“, eleva a regola alcuni dei principi cardine del jazz: disposizione alla destrutturazione delle forme consolidate, personalizzazione del suono, varietà timbrica e creazione collettiva, in un continuo gioco comunitario.

Alla presentazione del cd seguirà il concerto del quartetto di Claudio Giambruno con il suo tributo a Joe Handerson. Un’occasione per vivere una serata dai toni veramente eccelsi.

Gilda Sciortino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...