Da oggi, alle “Nuvole” i disegni del paesaggista João Nunes, tra architettura e arte figurativa

Joao Nunes_disegno_2014DISEGNARE | ABITARE | PENSARE” è il titolo della mostra dell’architetto paesaggista portoghese João Nunes, che la Galleria Nuvole inaugura alle 18.30 di oggi, domenica 24 maggio, nei suoi spazi di Vicolo Ragusi 35 (angolo via del Celso 14), in pieno centro storico palermitano.

Un evento particolare, come i tanti che la Galleria organizza, anche perché sarà presente lo stesso autore, che propone una serie di disegni capaci di unire le tecniche proprie della rappresentazione architettonica (schizzi bidimensionali che accennano piante e sezioni) ai linguaggi più vicini al mondo dell’arte figurativa. Quello che ne viene fuori é un lavoro complesso che, senza mai risolversi in una retorica rappresentazione dicotomica, narra e celebra l’incontro tra l’agire umano e il paesaggio esistente, con tutte le sue stratificazioni storiche, culturali e antropologiche.

«E’ una riflessione sul senso dell’agire umano sul paesaggio – spiegano i curatori della mostra, realizzata in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Palermo – , un lavoro di comprensione e una presa di coscienza che necessariamente precede l’atto della progettazione e più in generale del nostro Abitare. Il disegno, dunque, non si presenta più come un semplice strumento di lavoro nelle mani dell’architetto, ma invade il campo dell’arte, invitandoci a pensare alla condizione dell’uomo sulla terra, al suo rapporto con essa e alle sue responsabilità. A volte astratti, a volte più legati a una rappresentazione più oggettiva, questi disegni si sviluppano inseguendo due opposti: da un lato la ricerca di un linguaggio archetipico, fatto di forme pure, di astrazioni alla ricerca di segni oggettivi;  dall’altro, si tratta di segni immersi nel flusso del tempo, cronologico e meteorologico».

Considerato uno degli architetti paesaggisti più celebri al mondo, Nunes ha fondato nel 1989 a Barcellona lo Studio di Architettura Paesaggista PROAP, che riunisce un gruppo di professionisti in un team pluridisciplinare con distinti livelli di specializzazione in paesaggio. Come direttore internazionale di questa poliedrica ed effervescente realtà, é responsabile dell’orientamento strategico, della progettazione e del processo di ricerca di tre studi internazionali a Lisbona, Luanda e Treviso.

Tra i suoi progetti più importanti si annoverano quello per il Parco del Tejo, la Cava do Viriato, il Parco del Mondego e per il Waterfront di Anversa. Numerosi sono i riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui l’Honor Award, The Waterfront Center, 1995, il Prémio de arquitectura citate de Coimbra, 2007.

La mostra si potrà visitare sino al 20 giugno, dal martedì al sabato, dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19.30.

Gilda Sciortino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...