I beni “immateriali” diventano spettacolo e ridisegnano i Cantieri della Zisa

LGP-4540Attori che invitano a partecipare a un percorso, essendo loro stesso a chiudere il viaggio, che suona quasi come una cerimonia al rintocco della campana, un itinerario per voci, suoni, proiezioni e sensazioni.

Un tragitto che impegna 140 artisti e coinvolge interamente i Cantieri culturali della Zisa, dove si replica anche stasera e domani (sempre dalle 21 alle 23, con ingresso libero), e dove ieri sono accorsi centinaia di spettatori.

Performance, teatro, musica, danza, videomapping e proiezioni. Tutto questo è “Paesaggi contemporanei”, il progetto di Pino Di Buduo dello storico “Teatro Potlach”, nato in collaborazione con artisti e associazioni locali, in seno al Festival “I ART” finanziato con fondi europei, ideato e diretto dall’associazione “I WORLD”, con il Comune di Catania come capofila e in collaborazione con l’amministrazione comunale del capoluogo siciliano.

Un’immersione totale nel mondo dei beni immateriali, dal grano al mare, dal vino al suono, compresi i pupi, le ceramiche siciliane, la mattanza. Ogni “bene” diventa spettacolo o dà luogo a suggestioni visive, con l’aiuto di vibranti videomapping che coprono le facciate dei Capannoni voluti dai Ducrot.

LGP-4596Ballerini, musicisti, performer, ma anche ciclisti acrobati e pugili: in questo fine settimana, ogni angolo dei Cantieri ospiterà una performance, tra tessuti volanti, candele, fuoco, costumi di carta. Punto di partenza, sono stati gli scatti del fotografo Melo Minnella e gli studi di Ignazio Buttitta, che da anni documentano le tradizioni siciliane più autentiche. Un bagaglio visivo dal quale è partito il progetto del “Teatro Potlach”.

«Lo spettacolo di Pino Di Buduo e del “Teatro Potlach” – afferma  l’assessore comunale alla Cultura, Andrea Cusumano – conferma la centralità dei Cantieri Culturali della Zisa come luogo di sperimentazione e di contaminazione dei linguaggi culturali e delle arti nella nostra città. Tanti palermitani sono venuti ad assistere a questo visionario spettacolo, che ha interamente trasformato l’area dei Cantieri, immergendoci in un atmosfera di poesia e sogno, con l’aiuto imprevisto di una straordinaria luna piena».

Un altro virtuoso esempio di collaborazione tra enti e associazioni culturali cittadine,  quindi, che ha visto numerosi studenti dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio, artisti,  danzatori e sportivi palermitani prendere parte a un intenso laboratorio, magistralmente curato da Di Buduo e dalla sua compagnia, conclusosi con una serata molto suggestiva.

LGP-4411

«Spero che anche alla replica di questa sera e di domani – conclude Cusumano –  un pubblico numeroso avrà l’occasione di partecipare a questo percorso teatrale ispirato alle tradizioni ed i mestieri di Sicilia».

Dopo Palermo, i “Paesaggi contemporanei” toccheranno Sambuca (8-9-10 agosto) per chiudere a Catania (28-29-30 agosto). “I ART” è il grande contenitore di eventi pluridisciplinari – ideato e diretto da Lucio Tambuzzo, con Giovanni Anfuso come regista – che proporrà, sino a settembre, 120 eventi in giro per tutta la Sicilia.

Gilda Sciortino

(Foto di Lorenzo Gatto)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...