Expo 2015, al Cereexposed la realtà dei Geoparks e le ricette di Angelo Treno ispirate all’antica Roma

expo_cluster_biomediterraneoSi parlerà di “Geoparks e geobiodiversità quale contributo alla promozione e allo sviluppo sostenibile dei territori rurali”, alle 16.30 di oggi al Cluster Bio-Mediterraneo di Expo Milano 2015, dove il GAL Rocca di Cerere, ideatore del Rocca di Cerere Geopark, sta cogliendo l’occasione della presenza nello straordinario contesto del Cerereexposed – grande contenitore pensato per raccontare l’enorme patrimonio dei territori interni della Sicilia e dell’Ennese in  particolare –  per avviare una riflessione e un confronto in vista della definizione, da parte della sezione “Scienze della Terra” dell’UNESCO, di un programma specifico dedicato ai Geoparks.

Nel territorio del GAL Rocca di Cerere, infatti, insieme a due tra le maggiori aree archeologiche classiche dell’intero Mediterraneo –  la Villa Romana del Casale a Piazza Armerina e la Polis Greca di Morgantina con la sua Dea restituita dal Getty Museum e conservata nel Museo di Aidone – insistono antichi centri arroccati e colline che definiscono il patrimonio storico-culturale del Rocca di Cerere Geopark. geoparksUna realtà che, insieme ad altri 111 partner nel mondo, fa parte della reti European e Global Geopark, riconosciute dall’UNESCO, che rappresentano un modello di sviluppo endogeno, intersettoriale, sostenibile e integrato per lo sviluppo del geoturismo.

La parte gastronomico-culturale della giornata sarà, invece, dedicata ai legumi tra storia e salute, con uno speakeasy che avrà inizio alle 19, condotto dalla giornalista di Raiuno, Ilenia Petracalvina. Il tutto, dopo avere partecipato al cooking show dell’ora di pranzo, il cui tema è stato la pasta con una degustazione del leganonrektos, l’antenato della pasta alla carbonara.

Alle 21, da non perdere il concerto di Laura Mollica, una delle più belle voci femminili della musica italiana, con canti del mare, di carcere, d’amore, religiosi, di sdegno, melodie che esprimono la più autentica concezione del mondo e della vita della gente di Sicilia tra Ottocento e Novecento.

Angelo Treno

Angelo Treno

Il programma di domani, venerdì 21 agosto, si apre alle 12.30 con Angelo Treno, uno dei più bravi e famosi chef siciliani che preparerà due ricette ispirate alla cucina romana del II secolo D.C.. Una cucina delle origini molto semplice, a base di cereali (fave, lenticchie, frumento), legumi (orzo, avena, frumento), formaggi, uova e frutta.

Furono le invasioni barbariche a cancellare quasi completamente usi e abitudini alimentari della Roma antica, di cui però echi e tracce sono ancora presenti nel nostro quotidiano. Il grande chef siciliano leggerà e interpreterà brani di questa storia sociale, eseguendo e commentando due sue ricette ispirate a quel mondo tanto lontano quanto ancora presente. Alla fine, degustazione per il pubblico presente.

Dalle 21 alle 22,30, spazio a “Il Signore della neve” a cura dell’Associazione culturale”L’Arpa” per una serata capace di fare ripercorrere le vie del ghiaccio e della neve, che dalla Sicilia partivano per il resto del mondo. Saranno presenti il regista Nello Correale e lo storico del cinema Sebastiano Gesù.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...