A Terrasini, l’ottava edizione di “Scruscio” premia Paolo Belli e danza con i Qbeta

Paolo Belli

Paolo Belli

Scruscio e siamo ad otto, più vivi che mai. Con un solo cambio di programma perchè la manifestazione, creata da Massimo Minutella per raccontare la Sicilia attraverso le voci di chi l’ha messa in evidenza, quest’anno si trasferisce al museo di Palazzo D’Aumale, a Terrasini.

A dare il via all’ottava edizione di questo festival, realizzato dalla cooperativa “Il Melangolo” con il patrocinio dell’assessorato regionale al Turismo, sarà la proiezione del film-documentario “Lo Zucco, il vino del figlio del Re dei Francesi, una pellicola della regista siciliana Lidia Rizzo che racconta la straordinaria storia di Henry D’Aumale, anima storica del museo a lui intitolato.

Alla fine della visione, sarà consegnato il “Premio Scruscio – Città di Terrasini” nella sua doppia veste: verrà, infatti, assegnato alla memoria di Henry D’Aumale, ma anche al cantautore Paolo Belli “per avere contribuito alla promozione e alla valorizzazione di artisti siciliani come Qbeta, Lello Analfino, Pablo Rabito e molti altri”,  inserendo le loro canzoni nel suo cd “Giovani e Belli”.

L’artista, che questa sera riceverà il premio, è molto legato sia alla Sicilia che ai suoi “colleghi” isolani, infatti, ne ha voluti parecchi sul palco della Festa del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma, davanti a milioni di italiani presenti tra la piazza e la diretta Rai.

Terminata la cerimonia di consegna, si potrà visitare il Museo di Palazzo d’Aumale, rientrante nelle attività del Ministero dei Beni Culturali che prevede l’ingresso gratuito nei luoghi d’arte ogni prima domenica del mese.

Peppe Cubeta e i Qbeta

Peppe Cubeta e i Qbeta

E, per concludere degnamente la giornata, in occasione dei festeggiamenti di Maria SS. delle Grazie, patrona di Terrasini, alle 21.30 Paolo Belli si esibirà in piazza Duomo accompagnato dalla “Lab Orchestra” di Massimo Minutella, diretta da Antonio Zarcone.

Il secondo appuntamento di “Scruscio” prevede alle 21.30 di domani, lunedì 7 settembre, sempre in piazza Duomo, il concerto dei Qbeta. Un evento atteso da chi conosce il percorso artistico e creativo di Peppe Cubeta & company, capaci di prendere le radici della cultura siciliana – musicale, simbolica, linguistica – e innestarle su suggestioni esterne, andando a cogliere un luogo dell’anima che va oltre la pura geografia e i confini di un’isola.

Non dimenticando mai che la Sicilia si nutre anche di terra ocra d’Africa, di vento meticcio latino/americano, dei ritmi sanguigni dei Balcani, di solarità mediterranea, meglio ancora di tutti i sud del mondo. Tutto questo è nella musica dei Qbeta e nel loro ultimo singolo, Perdutamente”.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...