I ART/Letteratura: a Gangi con Peter Waterhouse e la sua poesia dopo Auschwitz

Peter Waterhouse

Peter Waterhouse

Si potrà incontrare alle 18 di giovedì 10 settembre, nella biblioteca comunale di Gangi, uno tra i più grandi scrittori tedeschi giunto dopo Auschwitz.

Si tratta di Peter Waterhouse, tra i maggiori esponenti della letteratura tedesca contemporanea.

Uomo dai tanti Paesi e scrittore dalle innumerevoli sfumature, Waterhouse è un poeta che vive tra le lingue, quella del padre ufficiale dei servizi segreti britannici e quella della madre austriaca.

La sua opera si inserisce, infatti, nel dibattito sulla poesia dopo Auschwitz, che ha avuto ampio respiro in Germania nel primo dopoguerra tra artisti e filosofi quali Adorno e Celan. Laureatosi con una tesi sulla poesia di Paul Celan, è autore di poesie, saggi, racconti, romanzi e opere teatrali. Scrive in tedesco, ma anche in inglese.

È molto apprezzato traduttore dall’inglese e dall’italiano, lingua dalla quale ha lavorato fra l’altro sulle opere di Andrea Zanzotto. Ha ricevuto, dopo l’esordio nel 1984, numerosi premi sia per la sua produzione letteraria sia per la sua attività di traduttore. In italiano è stata pubblicata l’antologia “Fiori” (Donzelli, 2009).

All’incontro, organizzato nell’ambito del FESTIVAL I ART, interverranno il poeta Biagio Guerrera e la germanista Vincenza Scuderi.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...