A 25 anni dalla sua scomparsa, il tributo a Rosa Balistreri di Mario Modestini e dell’Orchestra sinfonica siciliana

Rosa Balistreri

Rosa Balistreri

Una serata senza ombra di dubbio raffinata, che scorrerà sulle parole e le note di una tra le più significative cantautrici della tradizione musicale popolare.

Sarà un omaggio commovente, quello che alle 21 di domani, venerdì 9 ottobre, al Teatro Politeama, l’Orchestra Sinfonica Siciliana renderà a Rosa Balistreri, a 25 anni dalla sua scomparsa, grazie al maestro Mario Modestini, da sempre suo curatore musicale.

Di quest’ultimo sono, infatti, le  musiche e gli arrangiamenti di un progetto che prenderà corpo con la partecipazione e il coinvolgimento emotivo di alcuni tra gli artisti più rappresentativi della scena palermitana, pronti a declamare poesie, intonare canti e danzare, portando sulla scena la parte meno nota ma forse la più impegnativa di Rosa, il suo segno lasciato nelle opere di teatro musicale come La Ballata del sale” e “Bambule” di Salvo Licata, “Buela” di Franco Scaldati, “Cortile degli Aragonesi” e “I Satiri alla caccia” di Ignazio Buttitta, “La lupa” di Giovanni Verga con Anna Proclemer.

«Abbiamo lavorato su tutte le canzoni che Rosa ha scritto per il teatro – spiega il maestro Modestini –, quindi domani sera si potranno ascoltare i testi di Franco Scaldati, di Salvo Licata e di Ignazio Buttitta. Indimenticabile Ci ragiono e canto di Dario Fo. Ho voluto  radunare tutte quelle cantanti che, in qualche modo, sono legate alla musica palermitana di un certo livello».

Mario Modestini

Mario Modestini

E di alto livello sarà la serata, che verrà aperta dall’overture con Stefania Blandeburgo che leggerà “Arcana”, elegia di Salvo Licata scritta per Rosa nell’anniversario della sua scomparsa. Subito dopo, ecco la cantautrice palermitana Sara Cappello pronta con la sua voce dolce e melodiosa, ma sempre piena di forza e comunicativa, a offrire la sua interpretazione di “Stidda Lucenti”, serenata tratta da ”I Satiri della caccia” di Ignazio Buttitta.

“Giovani Beddu”, invece, era il tema centrale della  “Ballata del Sale” di Salvo Licata, grande capolavoro di ricerca popolare, basata sui canti di mare dei tonnaroti tratti dal “Corpus” del Favara, al cui spettacolo Rosa Balistreri partecipò nel ’78. A fare rivivere quel momento storico sarà Marcella Nigro. Per non parlare di “Rosa Rosalia”, brano soave che Rosa cantava nello spettacolo “Buela” di Franco Scaldati e che domani sera sarà reinterpretato da Letizia Colajanni.

In “Acquasalsa” sarà la voce suadente della capoverdiana Jerusa Barros a fare rivivere le vibrazioni dell’anima di Rosa Balistreri, riproponendo l’atmosfera che la portava a creare dal nulla insieme a Mario Modestini. Sara Favarò sarà, invece, impegnata con un suo testo poetico intitolato “Chista Sugnu!”, brano che Rosa Balistreri le chiedeva sempre di recitare quando andavano in giro per la Sicilia, seguita dal puparo Giacomo Cuticchio al quale spetterà il compito di cimentarsi nella “Rapsodia Saracena”, con Jessica Pranio attorno a lui a interpretare il testo attraverso scattanti passi di danza.

images (1)La voce di Egle Mazzamuto riporterà in vita la “Lamentatio a Balarm”, mentre la “Ballata pi Turiddu Carnivali” del poeta Ignazio Buttitta vedrà Nonò Salomone, considerato l’ultimo cantastorie siciliano, vestire i panni del perfetto traghettatore di anime e storie, neanche a dirlo accompagnato dalla grande Orchestra Sinfonica Siciliana.

“Palermo” è un brano tratto dallo spettacolo “Verba-Tango” (Palermo e il suo doppio), cantato da Giuni Russo con Giorgio Albertazzi che recitava Borges, evocante la Palermo di Buenos Aires, quartiere di coltelli e di chitarre, metafora della nostra città. A ricreare l’atmosfera che rendeva magico il tutto, sarà Giorgia Meli.

Previste anche alcune esibizioni corali, che uniranno alcuni artisti grazie a “Trinca Jolla”, canzuna a ballu che Rosa cantava nello spettacolo “Cortile degli Aragonesi” di Ignazio Buttitta, e Zu ‘Ngaziu Za Rosa, una sorta di “vastasata”, un canto a dispetto costruito dal maestro Modestini (pisciteddu di cannuzza…) nelle passate collaborazioni con i due grandi artisti siciliani come Buttitta e la Balistreri.

«Rosa è stata ed è ancora, anche se non è stata tanto contemplata e considerata per come meritava, la più grande icona della musica popolare siciliana, oserei direi anche mondiale – conclude Mario Modestini – al pari di Edith Piaf, Mahalia Jackson e Amalia Rodriguez. Lei è il canto forte della nostra terra. Sono felice e orgoglioso di potere realizzare questa serata, anche perché desideravo farlo da tempo proprio con l’Orchestra sinfonica. E poi, ci sono i migliori interpreti della tradizione musicale popolare siciliana. Cosa chiedere di più?».

imagesUna manifestazione che resterà nella memoria per molto tempo, resa ancora più significativa dal fatto che la Fondazione “Orchestra Sinfonica Siciliana” ha deciso di aderire all’iniziativa che lascia un posto occupato, come gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza.

Inoltre, il biglietto per partecipare alla serata avrà il costo di soli 5 euro, proprio per consentire a tutti di essere presenti non solo per vivere una serata all’insegna della musica di qualità, ma anche per conoscere un’artista siciliana come Rosa Balistreri, la cui musica e le cui parole ancora oggi riescono a regalare emozioni e far vibrare gli animi.

Gilda Sciortino

Annunci

3 pensieri su “A 25 anni dalla sua scomparsa, il tributo a Rosa Balistreri di Mario Modestini e dell’Orchestra sinfonica siciliana

  1. Grazie per l’articolo. Mi consento di fare una piccola precisazione: Sara Favarò reciterà con un suo testo poetico intitolato CHISTA SUGNU! Il brano che Rosa Balistreri le chiedeva sempre di recitare quando andavano in giro per la Sicilia, agli inizi della carriera artistica di Sara Favarò che recitava i suoi brani a fianco del suo Maestro il poeta Ignazio Buttitta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...