Natale e Capodanno al Caffè del Teatro Massimo tra sapori, coralli e “arditi” viaggi musicali

12376493_784063321717075_4806812352863577069_n.jpgLa magia del pranzo di Natale da vivere immersi nella storia e nell’arte. Sarà la meravigliosa sala affrescata neopompeiana a fare da sfondo a un momento unico da passare con i propri cari, tra delicate note musicali che faranno da contrappunto a un altrettanto delicato menù pronto a evocare i sapori dell’Oriente.

Veramente speciale il Natale che attende quanti vorranno vivere un’atmosfera unica al Caffè del Teatro Massimo, proprio quello che ospitava lo storico Circolo della Stampa, ma anche quello che durante la Belle Epoque divenne emblema indiscusso della Palermo Liberty e centro di incontri e di svago della buona società del tempo.

Un luogo unico, pieno di storia e di anima che, proprio in occasione del pranzo del 25 dicembre, offrirà la possibilità di immergersi tra i colori del Mediterraneo e gli odori delle pinete. Ricco e irrinunciabile il menù in programma: gambero in kataifi con riduzione di aceto balsamico, risotto ai funghi porcini e ricci, trancio di pesce spada in crosta di pistacchio o filetto ai porcini e marsala. Ma attenzione, sono solo alcune delle prelibatezze che si potranno assaporare, godendo anche del piacere di osservare i magnifici presepi barocchi e del primo Novecento in corallo mediterraneo, esposti per l’occasione da Fecarotta Antichità.

1919579_1729730920590529_8651263304923202291_n.jpg

In occasione della notte del 31 dicembre, invece, il menù dedicherà particolare attenzione al profumo del mare, alla sua “spuma d’onda” che, come direbbe Pavese, «evoca le bollicine del brindisi. Salmone, crostacei, orata, scampi trovano un magistrale sposalizio con creme raffinate di verdura scelta e selezionata o con il balsamo degli agrumi».

A fare da colonna sonora all’ultima sera dell’anno sarà il Giacomo Cuticchio Ensemble, formato da Nicola Mogavero al sassofono, Andrea Rigano al violoncello e lo stesso Giacomo Cuticchio (figlio del Maestro dell’Opera dei Pupi, Mimmo Cuticchio) al pianoforte. Per l’occasione, l’ensemble presenterà presentato “Arditi e Trame”, antologia completa di tutte le sonate per archi, fiati e piano composte dallo stesso Cuticchio sui brillanti temi epico-cavallereschi di gagliarde, galoppi e battaglie, eseguita dal vivo per i presenti.

12049328_414855498717038_8741554124733849932_nSi potrà, in tal modo, partecipare a un estroso e raffinato viaggio musicale, accompagnati da brani d’atmosfera che lo stesso Cuticchio presenterà insieme ai suoi compagni, raccontandone la storia.

Cosa dire di più, se non che si tratta di due occasioni da non lasciarsi sfuggire per respirare la sacralità del tempio dell’arte immersi nella sua immutata bellezza. Per ulteriori informazioni e per prenotazioni, chiamare al tel. 091,6196404 o al cell. 348.7018331.

Aurora Della Valle

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...