Al Teatro Savio l’XI edizione dell’Oscar del Mediterraneo. Ospite anche Sara Favarò

Sara Favarò - foto di Giulio Azzarello

Foto di Giulio Azzarello

Organizzato dall’Accademia di Sicilia, nel quadro della sue attività istituzionali, si svolgerà alle 20.30 di venerdì 8 gennaio al Teatro Savio di Palermo l’XI edizione dell’Oscar del Mediterraneo, riconoscimento attribuito annualmente a insigni cittadini italiani o naturalizzati tali, che si sono particolarmente distinti, ciascuno nel proprio settore professionale, contribuendo allo sviluppo sociale, economico e culturale del nostro Paese e non solo.

Tra i premiati di quest’anno nelle diverte categorie: arte teatrale, Katiuska Falbo; folklore, il gruppo “Trinacra Bedda” e la cantante Irene Gambino; poesia, Giovanna Alletti; musica leggera, Mirko Ciulla e Alessio Scarlata; musica lirica, il tenore Fabrizio Corona; sezione arte e cultura, Paolo Brancati, docente di recitazione, regia teatrale e cinematografia, l’attore e docente di arte drammatica Tony Colapinto, l’avvocato Giulio Cusumano,  promotore di attività artistiche e teatrali; attività sportive, il pugile professionista Benny Cannata;  impegno sociale,  Maria Vermiglio, vicepresidente e fondatrice dell’associazione “Antilia”; impegno animalista, Claudia Palazzolo.  Un premio speciale alla carriera sarà consegnato al professore Antonio Giordano, docente, attore teatrale, scrittore e autore di testi per il teatro. Presenterà la serata, durante la quale si esibirà il Coro Pontis Mariae, diretto dal maestro Tony Caronna e con la   maestra Roberta  Oliveri al piano, Salvatore Fazio.

A salire sul palco, nella sua veste di cantante e cantastorie popolare, sarà anche Sara Favarò, già Accademica di Sicilia, pronta a interpretare brani noti come “L’amaro caso della baronessa di Carini” e “Notte chiara” di Domenico Modugno. Due dei cavalli di battaglia dell’interprete siciliana, che si esibirà accompagnata dal chitarrista Luigi Torretta, da oltre un quindicennio collaboratore, assieme ad altri chitarristi di chiara fama, della cantautrice. Lo stesso ha ricevuto riconoscimenti come il premio “Zampogna d’oro”, durante il quale la Favarò ha duettato con Lina Sastri.

«È doveroso sottolineare che, durante il suo percorso – afferma  Tony Marotta, presidente dell’Accademia di Sicilia -,  l’ambito riconoscimento è stato fino a oggi assegnato a illustri rappresentanti del mondo dell’arte, dell’imprenditoria e del sociale. I premiati sono personalità di eccellenza che la Commissione Giudicatrice del Premio, su segnalazioni che pervengono alla nostra Presidenza, hanno saputo scegliere con severità, oculatezza e scevri di ogni condizionamento o preconcetto».

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...