Apre a Casa Professa lo “Spazio della Memoria” dedicato dall’Ersu alla Shoah

Shoah.pngSi inaugura alle 18.30 di oggi, nella sede della residenza universitaria “Santissima Nunziata” di Palermo, in piazza Casa Professa, lo “Spazio della Memoria” dedicato alla Shoah, realizzato dall’associazione “Nami”.

Nella giornata in commemorazione delle vittime dell’Olocausto, si apre un luogo in cui possano essere i giovani i veri protagonisti, dando loro la possibilità di conservare e tenere viva la memoria. Non è, poi, un caso la scelta del luogo: l’area dell’antica Giudecca, lo storico quartiere ebraico di Palermo. Oltre al simbolico percorso multisensoriale realizzato per non dimenticare gli orrori della Shoah, lo spazio offrirà ai visitatori anche una piccola biblioteca composta da circa 200 libri sul tema dell’Olocausto. Il viaggio sarà completato da una postazione multimediale, collegata con la digital library del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC).

Tutto il materiale verrà messo a disposizione degli studenti e dei ricercatori per attività di documentazione e didattica, ogni mattina, a partire dal 28 gennaio.

Alto il senso morale di questa iniziativa, per la quale sicuramente affiorano da soli i valori positivi che uniscono tutta la società civile – si legge nella lettera inviata agli studenti e alle associazioni studentesche da Alberto Firenze, presidente dell’Ersu -. Per questo, chiedo a tutti di essere presenti a questa inaugurazione per cominciare insieme un percorso di gestione condivisa degli spazi stessi”.

Una volta accolti tutti i presenti, alle 19 si taglierà il nastro presentando la piccola biblioteca e l’installazione multimediale. Alle 19.30 si entrerà nel vivo della serata con la performance dell’attrice Elena Pistillo sui testi di Primo Levi, riprendendo il discorso finale tratto dal film “Hannah Arendt” di Margarethe Von Trotta. Il sottofondo di chitarra classica sarà a cura di Giulia Restivo,  studentessa del Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini”.

Al termine, l’evocazione gastronomica offerta dalla COT Ristorazione, perfezionata dal servizio di accoglienza assicurato dagli studenti dell’Ipsar Cascino di Palermo.

A patrocinare l’iniziativa sono in tanti: il CDEC  di Milano; la Comunità ebraica di Napoli; l’ISSE di Palermo (Istituto siciliano studi ebraici), presieduta da Eveline Aouate; l’assessore regionale all’Istruzione, Bruno Marziano; il sindaco di Palermo. Leoluca Orlando; l’Università degli studi di Palermo; la Lumsa di Roma; l’Accademia delle Belle arti di Palermo; il Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini” di Palermo; l’IPSAR  Cascino di Palermo.  

Sponsor tecnici dell’evento, invece, sono: la redazione di iostudionews.it; la “COT Ristorazione”; la società Informatica “ICS Palermo“; l’associazione “Agorà per la promozione territoriale”; la società “Green Energy Agricola” di Petrosino (Tp).

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...