Al Teatro Biondo di Palermo “Lampedusa Way” di Lina Prosa

 

Biondo 4Saranno Maddalena Crippa e Graziano Piazza i protagonisti di Lampedusa Way, ultimo capitolo della Trilogia del Naufragio di Lina Prosa, il cui debutto in prima nazionale avverrà nella Sala Strehler del Teatro Biondo di Palermo, alle 21 di mercoledì 3 febbraio.

Quello che la Prosa racconta è il viaggio di Mahama e Saif, più volte evocati nei precedenti Lampedusa Beach e Lampedusa Snow, che raggiungono l’isola siciliana alla ricerca dei profughi Shauba e Mohamed.

La ricerca del cadavere, il suo recupero, il ritorno in patria e il rituale del lutto saranno tappe del grande percorso della cultura mediterranea dentro il mistero dell’esistenza umana, sul quale la cronaca di questi giorni ci costringe tragicamente a riflettere.

«La discesa negli abissi di Shauba in Lampedusa Beach e l’ascensione tragica della montagna di Mohamed in Lampedusa Snow – spiega la regista e autrice – sono state esperienze fisiche oltre la “frontiera”. È possibile andare a cercare le loro tracce? Mahama e Saif lo fanno. Entrambi, tanto evocati da Shauba e Mohamed durante l’impari lotta con gli elementi, l’acqua e la neve, si incontrano per la prima volta a Lampedusa, alla ricerca dei due giovani che solo noi, spettatori, sappiamo essere arrivati ad altra destinazione».

Nell’isola siciliana, dunque, Saif e Mahama aspettano di incontrare il “Capitalista”, l’unico che potrebbe conoscere il destino delle persone. Nell’attesa infinita, l’ansia per la sorte dei dispersi lega a doppio filo i due africani. Lei sogna “cuori dall’odore di tonno” e non sopporta di non capirne il senso; lui anela a tornare a essere un coccodrillo, così come credeva di essere da bambino, per combattere l’indifferenza.

Biondo 2I ricordi della partenza di Shauba e Mohamed, lo sguardo ingenuo sui cittadini di Lampedusa e sulle vicende a cui assistono, tra cui una manifestazione di protesta per il pane, impensabile alle porte d’Europa, li portano sempre più a vivere l’attesa come un naufragio dell’esistenza. I due scrivono un’accorata lettera all’Ambasciatore. Non possono, però, aspettare la risposta. Scade il loro permesso di soggiorno temporaneo, ma Saif e Mahama non tornano indietro.

La Trilogia del naufragio, interamente prodotta dal Teatro Biondo di Palermo – vedendo anche la Comèdie-Française produrla e mettere in scena nel gennaio del 2014 nella traduzione francese di Jean-Paul Manganaro, sempre con la regia della stessa Lina Prosa – ha vinto il Premio della Critica 2015.

La scena e le luci dello spettacolo sono di Paolo Calafiore, i costumi di Mela Dell’Erba, mentre il suono di Pippo Alterno. Si replica sino al 7 febbraio. Info e prenotazioni, al tel. 091.7434341. Ulteriori approfondimenti sul sito Internet www.teatrobiondo.it e sulla pagina Facebook dello stesso Stabile di Palermo.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...