Torna a nuova vita la villetta di piazza Sant’Anna al Capo

41

Da sinistra in prima fila: Sergio Marino, Paola Miceli, Leoluca Orlando, Lorenzo Catalano, Ottavio Zacco

Un pomeriggio di festa per gli abitanti del Capo, che hanno finalmente potuto cancellare dai loro occhi la bruttura della discarica abusiva da sempre esistente in piazza Sant’Anna, per vedere nascere una villetta che da oggi abbellisce questa parte del centro storico di Palermo.

«Un percorso cominciato a luglio dello scorso anno – racconta Lorenzo Catalano,  vicepresidente del Comitato “Salviamo il mercato del Capo” – che ha coinvolto e impegnato in molti, tutti desiderosi di riportare il bello in questa  parte del quartiere. Ora sta agli abitanti di piazza sant’Anna fare in modo che la villetta resti il loro fiore all’occhiello,  ma sono certo che non sarà assolutamente difficile per loro».

A parte la collaborazione di Rap e Reset, fondamentale per rimuovere i rifiuti e collocare le piante – realizzando una vera e propria opera di bonifica e riqualificazione urbana – sono state soprattutto la tenacia e la caparbietà di Ottavio Zacco, vicepresidente della Prima Circoscrizione, a rendere tutto ciò possibile, trasformando quello che era uno spazio impraticabile, pieno di materiale di ogni genere, nel  luogo in cui potere trascorrere qualche ora della propria giornata a leggere un libro, ascoltare della musica o anche solo ad ammirare il panorama dei monumenti storici, al riparo dalle piante che pian piano diventeranno sempre più grandi.

11.jpg

Ottavio Zacco (a destra)

«E’ il frutto dell’impegno di tanti – afferma Ottavio Zacco -.  L’amministrazione ha fatto tanto,  ma senza la volontà dei cittadini, tutto questo non avrebbe visto la luce . Siamo veramente orgogliosi di quanto realizzato».

E, come si confà alle inaugurazioni di tutto rispetto, non poteva mancare il taglio del nastro da parte del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Al suo fianco, oltre a Zacco e Catalano, la presidente della Prima Circoscrizione, Paola Miceli, e  i presidenti di Rap e Reset,  Sergio Marino e Antonio Perniciaro.

«Questa piccola area – ha detto il primo cittadino – è il simbolo della possibilità di riscatto del nostro centro storico. Un riscatto che deve, però, partire e può partire dalla collaborazione fra tutte le istituzioni e i cittadini. Proprio ai cittadini, proprio ai residenti di quest’area, chiediamo di essere ancora parte attiva. Il Comune, la Circoscrizione e le Aziende partecipate hanno fatto la propria parte; ora è fondamentale che tutti siano vigili affinché pochi incivili non vanifichino il lavoro e l’impegno di tanti».

A controllare che tutto vada bene, aprendo e chiudendo la villetta, ma soprattutto impedendo che a qualcuno venga in mente di farla tornare nelle condizioni di prima, sarà Pietro Bonura, uno dei più animati e battaglieri abitanti della piazza, dal quale è giunta la proposta di intitolare la villetta a Calogero Salamone, presidente della Prima Circoscrizione dal 2001 al 2007, scomparso tre anni fa.

Villetta nella quale sarà ben presto collocata un’altalena e qualche gioco, così come richiesto al sindaco da una bimba del quartiere, alla quale Orlando ha promesso che si sarebbe subito attivato per esaudire il suo desiderio.

Gilda Sciortino

Piazza Sant’Anna al Capo, ieri e oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...