I bimbi di tutto il mondo aprono la 71sima edizione della Sagra del Mandorlo in Fiore

 

bambini-del-mondo-Korea.jpgE’ stato il 16° Festival InternazionaleI Bambini del Mondo” l’evento che ha dato il via alla Sagra del Mandorlo in Fiore 2016, con i ragazzi del gruppo della Russia, “Eralash” di Cheliabinsk,  pronti a fare visita, mercoledì scorso, ai bambini ricoverati nel Reparto di Pediatria dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Portando loro un sorriso, una carezza e anche alcuni momenti di puro folklore.

«Un bel gesto da parte degli organizzatori del Festival – afferma Giuseppe Gramaglia, primario del Reparto – con i quali abbiamo da anni istaurato un’alleanza. Grazie a “I Bambini del Mondo”, la Sagra arriverà anche in ospedale, donando un po’ di allegria e di amore ai nostri piccoli degenti».

E saranno in tutto e per tutto i più piccoli a dare vita a diverse attività, coniugando il folklore con la promozione umana e sociale.

«Per difendere i diritti dei minori – aggiunge Giovanni Di Maida, co-fondatore e presidente del Festival – e per continuare a diffondere nel mondo i grandi valori della pace, della fratellanza e della concordia tra popoli».

PoloniaTanti gli eventi, che si susseguiranno nella Valle dei Templi nei fine settimana, sino al 13 marzo, sanciti da questa gioiosa apertura della 71sima edizione della Sagra, alla cui riuscita contribuiranno anche sette gruppi internazionali partecipanti da più parti del mondo: dall’Albania, l’Artistic Ensemble “Kaltersia” di Tirana; dalla Bulgaria, il Dance Ensemble “Plamache” di Sofia; dalla Georgia, il Children Ensemble “Merani” di Tiblisi; dalla Corea, il  “Woori – Doori” di Seul; dalla Polonia, il “Mali Gorzowiacy” di Gorzów Wielkopolski; dalla Russia, l’“Eralash” di Cheliabinsk; dall’Italia, “I Tamburellisti di Otranto”, in Puglia. Insieme a loro, diversi gruppi che giocano in casa: Gergent, Oratorio Don Guanella, I Piccoli del Val D’Akragas, I Picciotti da Purtedda, Fabaria Folk e Herbessus.

Questo primo fine settimana si è aperto con la “Passeggiata della Pace e della Fratellanza” lungo la Valle dei Templi, alla quale parteciperanno le scolaresche della Sicilia. Alle 20.30, tutti al Museo Archeologico di Agrigento per un spettacolo live e la consegna del Premio “Claudio Criscenzo”. Alle 10 di domenica, sfilata da piazza Pirandello a piazza Cavour, sancita alle 12.30 dallo spettacolo dei gruppi internazionali “I Bambini del Mondo”.

La “Sagra del Mandorlo in Fiore” proseguirà con gli appuntamenti del fine settimana, animati da Sasà Salvaggio e Mario Incudine (alle 21 di venerdì 19), ma anche con le degustazioni di Street Food Siciliano che ogni sera terranno banco al PalaFood di piazza Marconi.  Non mancheranno spettacoli di opera dei pupi, sfilate di carretti siciliani, un convegno sul cibo con laboratorio, cena slow e tunnel dei sapori (dalle 11.30 alle 22 di venerdì 26), infine laboratori didattici sulla mandorla, a Casa Barbadoro, immersi nello splendido scenario della Valle dei Templi (alle 15.30 di sabato 27).

Russia.jpgAlle 10 di domenica 28 febbraio, ecco il primo festival bandistico “Città di Agrigento” con il corteo, l’alzabandiera e l’esibizione delle formazioni musicali. Si entrerà, però, ancora di più nel vivo di questa manifestazione, che ogni anno chiama a raccolta migliaia di turisti da tutto il mondo, con il MandorlaFest, evento celebrativo della mandorla con convegni di studio, momenti espositivi dei semilavorati e prodotti finiti a base di mandorla, degustazioni, cooking show sulla mandorla in pasticceria (alle 17 del 4 marzo) e laboratori del gusto con lavorazione in diretta di questo gustoso prodotto alla base di migliaia di ricette.

La “Sagra del mandorlo in Fiore e del Folk Siciliano” ha in serbo anche una “Mezza Maratona della Concordia”, tredicesima edizione, alle 9.30 di domenica 6 marzo, alla fine della quale, al PalaFood, si potrà gustare il cous cous dolce di mandorle e pistacchio e, facendosi largo tra la folla che ogni anno “occupa” pacificamente ogni spazio, in viale della Vittoria ci sarà anche la possibilità di assaggiare qualche fetta della “torta ai frutti e alle mandorle più lunga del mondo”, già vincitrice di un Guinness dei primati.

L’8 marzo, invece, entrerà nel viso il 61° Festival Internazionale del Folklore che, sino al 13, vedrà alternarsi su un palcoscenico naturale eccezionale come quello della Valle dei Templi di Agrigento gruppi provenienti da: Brasile, Colombia, Grecia, Messico, Polonia, Romania, Slovacchia, Spagna, Tailandia, Turchia e Spagna.

Alle 18, al Tempio della Concordia, si accenderà il tripode: momento suggestivo atteso ogni anno, al quale seguirà un’esibizione Dervisci (Turchia), Patrimonio Immateriale dell’Unesco, al Museo Archeologico “Pietro Griffo”.

I-TAMBURELLISTI-DI-OTRANTO-IN-TVL’ultimo fine settimana della “Sagra del Mandorlo in Fiore” sarà la summa di tanti bei momenti, caratterizzanti una kermesse di così ampio respiro, che darà ancora spazio a un convegno, a esibizioni, incontri tra vino e mandorle, il Pizza MandolaFest (degustazione con pizza acrobatica), ancora laboratori didattici e la consueta “Notte del Mandorlo” (dalle 23 di sabato 12 marzo). Alle 20.30 di domenica 13, chiusura in grande stile al PalaMandorlo con il cabaret de “I soldi spicci”.

Degna di attenzione, tra i tanti eventi speciali di questa edizione, sarà l’esposizione del Salvator Mundi del Bernini, a partire dal 20 Febbraio. Tra le manifestazioni collaterali, invece: dal 4 febbraio al 13 marzo, “ MandorlAra”, menù sul tema della mandorla proposto dai ristoranti agrigentini; dal 5 marzo al 13 marzo, in piazza La Malfa, Fiera dell’Antiquariato con prodotti d’epoca e dell’artigianato locale; alle 17.30 di venerdì 19 febbraio, presentazione del libro “Ettore De Maria Bergler e la Sicilia dei Florio”, seguita dalla visita della “Collezione Sinatra” al Collegio dei Filippini; sabato 27 e domenica 28 febbraio, “Rally del Mandorlo”; infine, dal 20 febbraio al 20 marzo alla FAM Gallery, mostra di Leo Matiz, dal titolo “La passione di Frida”.

Sagra2015.4Per fare, poi, in modo che tutto questo trovi il coinvolgimento di quanta più gente possibile, rendendo memorabile la manifestazione di quest’anno, torna il concorso “Fotografa La Sagra del Mandorlo in Fiore”, giunto alla sua sesta edizione. L’iniziativa, promossa e organizzata dal giornale online “AgrigentoOggi.it, raccoglierà e pubblicherà in esclusiva tutti gli scatti amatoriali e professionistici fatti pervenire alla segretaria del premio. Le foto – ritratti, panoramiche, momenti cruciali, curiosità, immagini inedite e quanto saprà raccontare con uno sguardo nuovo la Sagra – saranno quotidianamente pubblicate sul giornale in un’apposita photogallery e sulla pagina Facebook ufficiale della manifestazione. Quella vincitrice sarà utilizzata per la promozione turistica da parte degli enti del settore.

Questo, ma anche molto altro ancora, stupirà quanti vorranno recarsi ad Agrigento per vivere la manifestazione più importante dell’anno per tutta la città, nata a Naro come festa contadina per salutare la precoce fioritura del delicato fiore del mandorlo e trasferita nella valle del capoluogo, rendendo in tal modo Agrigento “capitale del folklore internazionale”.

Per saperne di più e conoscere il programma nei minimi dettagli, si può visitare il sito Internet www.sagradelmandorloinfiore.com. Il costo per partecipare al Festival Internazionale “I Bambini del mondo” è di 3 euro (info al cell. 338.1315279 o all’e-mail ibambinidelmondo@virgilio.it), per il PalaMandorlo 6 euro, mentre per il Teatro Pirandello 15.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...