Al Teatro Savio di Palermo si canta Battisti per aiutare il Bangladesh

2.JPG

L’equipe di “Oltre il possibile” in Bangladesh

“Lucio Battisti, le donne, ecc” è il titolo di una serata dal cuore grande che avrà luogo a partire dalle 20.30 di oggi al Teatro Savio, per fare in modo che i più grandi versi d’amore, cantati da un interprete eccezionale come fu Lucio Battisti, ispirino quanti vi prenderanno parte.

A organizzare la serata è l’associazione “Oltre il possibile ONLUS”, organizzazione internazionale no profit che opera presso l’ospedale St. Vincent De Paul’S di Mymensingh, in Bangladesh, in collaborazione con realtà come “Fiori d’acciaio Palermo” e “Palermo Felicissima”, ma anche grazie al Comune di Palermo, nella persona del consigliere comunale Giulio Cusumano, sempre attento sensibile a questo genere di iniziative.

«E’ bello sapere che ci sarà tanta gente pronta a sposare la nostra causa – spiega la dottoressa Grazia Alia, una delle anestesiste che, insieme alle dottoresse Angela Scandurra e Anna Guddo, compone l’equipe palermitana – anche perché,  quando a novembre di ogni anno ci rechiamo in Bangladesh e ci ritroviamo a operare 24 ore su 24 senza interruzioni, abbiamo bisogno di sapere che non siamo soli. Basti pensare che in soli 15 giorni effettuiamo almeno 100 interventi su bambini e donne: i primi per una patologia chiamata labiopalatoschisi, peggiore del labbro leporino perché si tratta di apertura del palato, mentre le seconde per le ustioni che si provocano stando troppo vicine al fuoco quando cucinano».

4.JPG

Senza contare i problemi di malnutrizione e le malformazioni contro i quali i medici palermitani devono combattere giornalmente, durante la loro permanenza a Mymensingh.

«Quindici giorni sono pochi – prosegue la Alia – ma i costi sono troppo alti e, non avendo aiuti di alcun genere, se non quelli privati,  le difficoltà sono sempre tante. Iniziative come quella odierna possono aiutarci ad andare avanti con maggiore serenità».

Oltre alle anestesiste a gli infermieri, che ruotano a seconda dei turni e delle possibilità – lo dicevamo prima – ci sono 4 chirughi: i dottori  Raffaele Vitale (presidente dell’associazione), Marcello Caruana, Alessandro Masellis e Ignazio Gangi.

Esserci, questa sera, può fare la differenza, soprattutto per conoscere quello che accade lontano da noi, entrando in connessione con realtà di cui si occupano volontari come quelli di “Oltre il Possibile”. Sarà, però, anche una serata pensata per divertirsi, lasciandosi cullare delle note di canzoni che sono state la colonna sonora della nostra vita.

Ci sarà, infatti,  la  Band Battisti, come anche Fabiola Arculeo, Giovanni Pontillo e Antonio Panzica. Aiuteranno a rendere il tutto ancora più significativo gli scatti di Francesco Seggio, tratte dalla bellissima mostra “Rispetto. Cento facce contro l’intolleranza”, capaci di cogliere l’essenza di quanti si sono affidati all’obiettivo di questo fotografo palermitano, le cui immagini corrono lontano, come sui binari di vite piene di umanità e di voglia di tendere la mano all’altrui differenza.

Gilda Sciortino

Alcune delle foto di Francesco Seggio, tratte dalla mostra “Rispetto, Cento facce contro l’intolleranza”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...