Un tè con Ruska e Ketevan Jorjoliani, dalle parole alle immagini

ruska jorjoliani.jpg

Ruska Jorjoliani

Libri, illustrazioni e dolci fatti in casa per un appuntamento speciale che metterà insieme parole e immagini.

Sarà alle 17 di domenica 3 aprile che Ruska Jorjoliani – autrice georgiana che ha esordito con il romanzo “La tua presenza è come una città” (Corrimano Edizioni), una storia russa scritta in italiano –  incontrerà la città al Bed and Book, in via del Giusino 15 (traversa di corso Vittorio Emanuele). Una casetta dedicata ai viaggiatori lettori, ma anche uno  spazio in cui scambiare idee, libri, chiacchiere e progetti.

A dialogare con l’autrice saranno Marco Mondino e Serena Bella, attorno ai quali si potranno ammirare le tavole di Ketevan Jorjoliani, giovanissima illustratrice delle copertine della casa editrice indipendente Corrimano.

La tua presenza è come una città” racconta di Viktor e Dimitri che si conoscono a Miroslav da bambini, crescono insieme, poi frequentano l’università a Mosca. Dimitri diventa professore di letteratura, Viktor ingegnere. Un giorno hanno una discussione e le loro divergenze di pensiero si manifestano aspramente. Dimitri, amareggiato, entra nella sua classe e, davanti agli alunni, fa volare dalla finestra il ritratto di Lenin. Viene arrestato. Viktor, interrogato, ammette che l’amico non ha mai creduto nella rivoluzione; Dimitri viene, quindi, spedito in Siberia ai lavori forzati. In seguito, Viktor, sposato e con un figlio, Saša, prende in casa Šošanna e Kirill, la moglie e il figlio dell’amico. I due bambini vivranno nella stessa abitazione e cresceranno come fratelli. Saša diventerà bibliotecario e scriverà lettere a Kirill, anche lui come il padre mandato al confino in Siberia.

Una storia russa scritta in italiano, la cui voce narrante è Saša, il bibliotecario, il filo d’oro che unisce i due corsi della narrazione, tre generazioni. E tante Russie. Una mappa della Russia fatta di pezzi di numerose mappe della Russia, con le cuciture ben visibili; il nome dell’Unione Sovietica che, per non morire, si diffrange nei nomi di poeti russi, di posti russi, di oggetti russi.

Gilda Sciortino

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...