“La tigre di Cremona” ruggisce nel varietà del Teatro Finocchiaro

Mina - locandina.jpg“Dalla Bussola… Mina” è il titolo dello spettacolo che andrà in scena alle 21.30 di venerdì 8 e di sabato 9 al  Teatro Finocchiaro. Un gran varietà, quello che prenderà vita questo fine settimana, consentendo al pubblico di fare  un tuffo nella vita della Signora della musica italiana. A raccontarla sarà la compagnia stabile de “I Bohemiens”, esibendosi sulla scia di foto e video sulla vita di Mina, partendo dal leggendario locale “La Bussola“, a cui la cantante ha dedicato anche un lavoro discografico,“Dalla Bussola”, appunto.

Ma facciamo un salto nel passato. Una notte dell’estate del 1958, la famiglia Mazzini si trova come ogni anno in vacanza a Forte dei Marmi: gli amici della giovanissima Mina la sfidano scherzosamente a salire sul palco de “La Bussola” di Marina di Pietrasanta, dopo che l’orchestra di Don Marino Barreto, cantante cubano molto noto in quegli anni, ha finito di suonare. Lei accetta, si fa dare il microfono dallo stesso Barreto e si esibisce senza alcun imbarazzo. Mina ha diciotto anni, è solitaria e timida, ma possiede una voce straordinaria, cresciuta a pane e Sinatra, latte e Fitzgerald. In quegli anni nelle balere vicino Cremona girano gli Happy Boys, la band di Nino Donzelli: Mina si propone come cantante; per il primo concerto ruberà un vestito da cocktail alla madre. Da allora la carriera non si è più interrotta.

Saverni.jpg

Domenico Saverni

Ecco, dunque, il viaggio che si potrà fare al Finocchiaro, con l’orchestra “I Bohemiens”, diretta da Benny Amoroso. Voci soliste: Valeria Milazzo e Federica Amoroso. Conduce Katiuska Falbo.

Allo stesso tempo, si potrà assistere a uno scorcio del divertente show “Cats miei” di Domenico Saverni, autore e attore di cabaret, palermitano di nascita ma romano d’adozione, commediografo e umorista, tra gli sceneggiatori della saga di Fantozzi (ha diretto anche l’ultimo film della serie, Fantozzi 2000 – La clonazione), di molti cinepanettoni  e di pellicole di Lina Wertmuller e Mario Monicelli, creatore della serie Don Matteo e altri successi televisivi. Da non perdere la sua affilata penna su società, politica, matrimonio e tutti i vizi italiani. Ritroveremo Saverni, con l’intero spettacolo “Cats miei” nella prossima stagione del Teatro Finocchiaro.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...