La Sicilia arcaica e moderna di Aldo Occhipinti. Allo Steri la presentazione del suo libro

12985355_1006123422775821_3609548107200741426_n.jpgSarà presentato alle 16.30 di venerdì 15 aprile, nella splendida e storica cornice di Palazzo Steri alla Marina, la nuova ristampa del romanzo di Aldo Occhipinti, dal titolo “Alida d’A Palermitanina” (Edizioni Qanat).

Corredato di due testi critici a cura di  Laura Restuccia e Giovanni Saverio Santangelo, rispettivamente docente di Critica Letteraria e Letterature Comparate dell’Università di Palermo e professore ordinario di Critica Letteraria e Letterature Comparate presso lo stesso Ateneo, il testo racconta una storia di giovani tutta attuale, proiettando il romanzo in un’ottica femminile, nel cono di luce di Alida, giovane studentessa universitaria, palermitana d’adozione, che intraprende un viaggio nell’Europa contemporanea.

«La vera protagonista del romanzo – scrive Luciano Domenighini – non è, però, Alida, ragazza moderna e spigliata, colta e un po’ spregiudicata. La vera protagonista è la Sicilia (e segnatamente la sua capitale, Palermo), terra multiforme, orgogliosa e contraddittoria, arcaica e moderna, barbara e raffinata, museo transepocale a cielo aperto, presentata come eletto e ideale crocevia di molteplici destini individuali provenienti da mondi lontani e diversi».

La vicenda narrata da Occhipinti si dipana fra una descrizione storico-architettonica, una citazione artistica, una digressione letteraria, un dialogare diretto e irriverente, tagliente e disinibito e la cronaca di un viaggio nel Continente, insieme diario sentimentale e Odissea minore, tutta giocata sulle antinomie fuga-ritorno, distacco-nostalgia, libertà-radici, nel dispiegarsi libero e casuale di una giovanile vitalità. Metafora filiale, di cui la terra d’origine è l’imprescindibile centro di gravità, partenza e approdo, maliosa sirena che attira verso un “nostos” che, strada facendo, si rivela sempre più urgente.

Alla presentazione interverranno: i due docenti universitari. autori dei testi critici; Manuela Caruso, psicologa clinica specializzata in Sessuologia; l’architetto Ugo Arioti. Sarà presente l’autore.

Gilda Sciortino

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...