All’Archivio storico comunale va in scena il Colapesce di Ludovico Caldarera

d5b036af-2fd6-4905-8e2d-b268c4d37761

Ludovico Caldarera

E’ liberamente ispirata al racconto di Giuseppe Pitrè, morto il 10 aprile 1916, la leggenda di Colapesce, che l’attore e regista Ludovico Caldarera porterà in scena alle 17 di sabato 23 aprile, nella sala Almeyda dell’Archivio Storico Comunale, ex convento di San Nicolò da Tolentino, in via Maqueda 157. Insieme a lui, ci saranno Monica Andolina e a Michele Piccione.

Una messa in scena che celebra il centenario della morte del letterato e antropologo siciliano, rientrando nella manifestazione “La via dei librai”, patrocinata dal Comune di Palermo e dall’assessorato comunale alla Cultura. La rappresentazione è, inoltre, riletta da Caldarera in una chiave inedita, accostando la figura del giovane Cola ai tanti eroi martiri della recente storia siciliana.

Al termine dello spettacolo, che si preannuncia carico di tensione e prodigo di emozioni, seguirà la lettura de “Lu trenu de lu soli”, il drammatico testo di Ignazio Buttitta, portato in scena da Ludovico Caldarera – accompagnato da Monica Andolina, Michele Piccione, Federico Immesi e Cristiano Valenti -nel quale il poeta racconta con amaro realismo la tragedia vissuta dai minatori in Belgio.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...