Ludovico Caldarera rende omaggio a Pitrè raccontando la leggenda di Colapesce

13095904_1759314814344163_7627074778388945018_n

Da sinistra:  Cristiano Valenti, Michele Piccione, Monica Andolina, Federico Immesi, Ludovico Caldarera

Un omaggio a Giuseppe Pitrè, del quale ricorre il centenario della morte. Lo renderà, alle 18 di sabato 7 maggio, l’attore e regista Ludovico Caldarera con la replica de “La Leggenda di Colapesce”.

Nell’ex Chiesa di “San Mattia ai Crociferi” in via Torremuzza 28, cuore del centro storico di Palermo, andrà in scema l’antica leggenda di Colapesce, liberamente ispirata al racconto del letterato e antropologo siciliano, morto il 10 aprile 1916.

La rappresentazione è, infatti, riletta da Caldarera in una chiave inedita, accostando la figura del giovane Cola ai tanti eroi martiri della recente storia siciliana. Insieme a lui, in scena, ci saranno Monica Andolina, Michele Piccione, Federico Immesi e Cristiano Valenti.

Al termine dello spettacolo, seguirà la lettura de “Lu trenu di lusuli”, il drammatico testo di Ignazio Buttitta, nel quale il poeta racconta con amaro realismo la tragedia vissuta dai minatori in Belgio.

Un evento, quello in programma sabato pomeriggio, che darà modo a Caldarera di rendere un altro dei suoi poetici omaggi alla Sicilia e alla sua cultura, dando voce e anima a coloro che hanno raccontato la nostra isola con amore e grande rispetto.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...