Grande adesione allo sciopero del personale Trenitalia. Soddisfatti i sindacati

imagesHa aderito oltre l’ 85% dei lavoratori con oltre 200 treni regionali soppressi allo sciopero indetto per 24 ore, dalle 21 del 14 giugno alle 21 del 15 giugno, da Filt Cgil, ORSA e Uilt Ferrovie Sicilia, vedendo fermarsi l’intero trasporto ferroviario dell’isola. Forti i disagi riscontrati anche tra i convogli a lunga percorrenza con la soppressione di tutti i treni Inter City e Inter City notte non garantiti come servizi essenziali.

A restare fermi sui binari, a seguito della protesta del personale mobile di Trenitalia in Sicilia, sono pertanto stati oltre 30 treni pendolari e gli Inter City 1955 / 1957 IC Roma – Siracusa- Palermo , 1958 / 1959 IC Palermo – Roma, 1960 IC Siracusa – Roma , IC 722/728 IC Palermo-Siracusa / Roma . Garantiti i servizi minimi sebbene con personale anch’esso scioperante.

«La terza azione di sciopero in tre mesi, con numeri che manifestano percentuali di adesione sempre altissime e in continua crescita – dichiarano Giovanni Ferrito, Giovanni Giordano e Giuseppe Terranova, segretari rispettivamente di Filt Cgil, Uil Trasporti e Orsa Ferrovie –, è un segnale evidente di sofferenza dei lavoratori, macchinisti e capo treno, sempre più soggetti a turni di lavoro stressanti per evidenti carenze di organico e organizzative di Trenitalia Sicilia che, a fronte della firma del contratto ponte di servizio con la Regione, dovrebbe iniziare a concordare col sindacato opportuni correttivi per garantire la regolarità del servizio nell’isola».

Il messaggio alla Società Trenitalia e ai suoi vertici siciliani e nazionali è giunto direttamente dai lavoratori che, aderendo in massa all’azione di sciopero, hanno dato un segnale di forte presa di coscienza, già palesato nelle assemblee svolte con i lavoratori. Personale, che denuncia le forti criticità scaturenti dai turni di lavoro massacranti e da numerose violazioni contrattuali, poste in essere da Trenitalia in Sicilia. Cosa ancora più preoccupante in una fase di avvio del rinnovo del contratto nazionale di categoria.

«Auspichiamo – concludono i promotori dello sciopero – che i vertici aziendali siciliani di Trenitalia abbandonino le posizioni in cui si sono arroccati e prendano atto dell’ennesima forte reazione dei lavoratori, aprendosi a un confronto serio con le OOSS, al fine di dare concrete soluzioni alle problematiche alla base della vertenza».

Aurora Della Valle

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...