Palermo Classica prosegue alla Gam con Ilia Vasheruk sul podio e la figlia Sofia al piano

Vasheruk.jpg

Ilia Vasheruk

Non ci sono dubbi, con l’appoggio dei genitori ci si sente sempre più sicuri. Se poi, il padre è un grandissimo direttore e apprezza per primo la figlia pianista, allora il gioco è fatto e il successo assicurato.

Ecco le premesse per annunciare il prossimo concerto del cartellone principale di Palermo Classica, che vedrà salire sul podio, alle 21.30 di sabato 13 agosto, nel cortile della Gam,  il grande direttore russo Ilia Vasheruk, con la figlia Sofia al piano.

Un concerto singolare, soprattutto per la scelta dei brani: capita, infatti, raramente di poter ascoltare, nella stessa serata, due brani così importanti di Rachmaninov come il “Concerto n.1 per pianoforte e orchestra, Op.1” , scritto tra il 1890 e il 1891, quando il compositore aveva solo 19 anni, e revisionato nel 1917. Suddiviso in tre tempi, il primo e il terzo sono ricchi di virtuosismi, mentre il secondo é molto più lento e che si contrappone ai due precedenti; quindi, la “Rapsodia su un tema di Paganini, Op. 43”, uno degli ultimi lavori del compositore russo per pianoforte e orchestra.

Sofia-Vasheruk-Tchaikovsky-Piano-Concerto-No-1

Sofia Vasheruk

Scritta nel 1934, venne eseguita per la prima volta lo stesso anno a Baltimora, elaborata su un tema del “Capriccio Op.1, n. 24 di Niccolò Paganini, struttura di 24 variazioni.

Il programma racchiude anche il solo terzo movimento della “Sinfonia n.2, scritta da Rachmaninov tra il 1906 e i 1908, l’unica priva di pianoforte. “L’Adagio, scelto per questa serata, riprende il tema cullante del primo movimento, arricchendolo con un’ampia melodia arpeggiata dai violini primi, seguita dagli interventi solistici e struggenti dei clarinetti. La sinfonia intera consta di quattro movimenti. Chiuderà il concerto il “Valzer n.1, tratto dalla “Masquerade Suite di Khachaturian, scritto nel 1941, uno dei valzer più famosi di fine ‘900.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...