Tra sole, mare e colori le opere di 8 artisti ridanno luce a Kartibubbo

3

Artisti all’opera

Una grande tela di 24 metri sulla quale fare incontrare un’idea e un luogo attraverso otto narrazioni di creatività e di suggestioni con la magia che il colore offre sempre.

S’intitola “Di sole, di mare, di colore”, l’iniziativa che terrà banco sino a domenica 28 agosto al Kartibubbo Beach Resort, dove dal 19 luglio 8 pittori stanno concretizzando,  con colori, pennelli e tutta la loro creatività, il progetto nato da un’intuizione di Nicola Bravo, presidente dell’associazione “L’Altro ArteContemporanea”, in collaborazione con lo stesso residence di Campobello di Marsala,  finalizzato alla valorizzazione culturale di un luogo segnato da una storia controversa ma pronto a iniziare una nuova vita all’insegna della legalità.

A dare vita a questo percorso, in cui l’arte ha fatto da padrona per lanciare un messaggio di rinnovamento e speranza, sono stati 8 artisti: Claudio Califano, Peppe Vaccaro, Sara Morghese,  Demetrio Di Grado, Gianni Provenzano, Giovanni Proietto, Simone Geraci e Giuseppe Vassallo. Ognuno di essi, con un’opera dal messaggio ben specifico.

Tanto per dare l’idea, il titolo dell’olio su tela, 300×150 cm, di Sara Morghese, è  #Migrazioni e fa venire voglia di immergersi nellomeraviglioso blu del Mar Mediterraneo per perdersi tra le onde insieme agli splendidi suoi abitanti.

« Il tonno è metafora dell’uomo e della sua storia – spiega la stessa artista -,  della morte contrapposta alla vita. Per il siciliano, poi, è da sempre fonte di ricchezza. I flussi migratori dei pesci richiamano alla nostra memoria i tempi in cui l’uomo, consapevole che la propria sussistenza era legata alla natura, la temeva e la rispettava».

2

#Migrazioni

Un’opera,  risultato di una riflessione e sull’identità siciliana, con il Mediterraneo scenografia ideale, padre della sicilianità, che da sempre ci protegge, nutre ed è fonte di stimoli culturali ed artistici. Qui viene rappresentato in uno scorcio surreale, nel quale il banco di pesci, da Torretta Granitola (il faro) giunge fino alle Isole Egadi, a Trapani (i mulini): due località per tradizione legate alla mattanza e a tutta “l’economia” del tonno.

Lei, Sara, insieme ai suoi 7 compagni di viaggio hanno lavorato  ogni giorno, mattina e sera, ovviamente a seconda delle loro disponibilità, ma sempre sotto gli occhi dei passanti curiosi, turisti e residenti del villaggio.

1

Sara Morghese

Anche se sembra che i più coinvolti siano stati, sin da subito, i bambini, guardando, ammirando, commentando, ma anche chiedendo di partecipare, pennelli alla mano. Ecco il perché dell’idea di un workshop successivo che coinvolgerà proprio loro.

Domenica 28 Agosto ci sarà l’evento di chiusura del progetto, occasione per annunciare e l’inizio dei lavori  per “E il bello deve ancora venire“. Verranno istallate delle tele 120×80 cm, su cui, con la tecnica dello stencil, si abbozzeranno le linee architettoniche della “bestia”, la grande struttura in cemento armato, abusiva e oggi abbandonata, al centro del villaggio.

«I bambini, con la mia guida, reinventeranno a colori, rendendolo bello, quello scempio ambientale – conclude la Morghese –  facendo in tal modo un primo, piccolo passo verso il riscatto. Il tutto si svolgerà il 2 e 3 settembre, due giorni che prevediamo di assoluta allegria e voglia di liberare l’artista che è in noi tutti.  Un’altra occasione per vivere e far vivere questo luogo nella maniera che merita».

Gilda Sciortino

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...