Palermo classica: la giovanissima Mèlodie Zhao pronta a incantare il pubblico

zhao

Mèlodie Zhao

Secondo appuntamento con l’Integrale delle 32 sonate per pianoforte di Beethoven, eseguite da dodici pianisti in altrettanti concerti.

Un progetto monumentale, che si è aperto il giorno dell’Epifania nell’ ex chiesa di San Mattia ai Crociferi  di via Torremuzza e che, alle 21 di venerdì 13 gennaio,  ospiterà l’attesa musicista svizzera, ma di origine cinese, Mélodie Zhao, artista che, a soli 19 anni, ha  eseguito e interpretato le 32 sonate del compositore di Bonn.
Il progetto di Girolamo Salerno pesca tra le giovani generazioni del pianoforte e la Zhao di certo è tra queste. Ha, infatti, iniziato gli studi a due anni, spinta dal nonno direttore d’orchestra, a nove è entrata in Conservatorio, a dieci ha tenuto il suo primo concerto da solista, dirigendo nello stesso tempo l’orchestra, a 14 si è laureata. A soli 13 anni, è stata la pianista più giovane a registrare 24 Studi di Chopin e a 19, l’Integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven.
Venerdì sera, la giovanissima pianista affronterà la “Sonata n.24, Op.78” e il virtuosissimo “Hammerklavier n.29, Op.106”.
I biglietti (da 10 euro; abbonamenti da 35 euro) sono acquistabili presso l’Accademia Palermo Classica in via Mariano Stabile 273; online sul circuito Box Office Sicilia; la sera stessa del concerto alla Chiesa di San Mattia dei Crociferi. Info: www.palermoclassica.it.
Gilda Sciortino
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...