Palazzo Bonocore by night con visita alla prorogata mostra sul “Divino Amore”

Palazzo Bonocore

Un affresco di Palazzo Bonocore

Scoprire di notte piazza Pretoria da un punto d’osservazione privilegiato come può essere il balcone di un antico palazzo? Chiedersi, poi, se quell’alcova stranissima, che porta il nome della dea dell’amore, abbia ospitato nobili e dame.

Nessuna strana storia, ma quello che si potrà fare sabato prossimo, quando Palazzo Bonocore aprirà le sue porte dalle 20,30 alle 23, come è già successo due settimane fa per “Le Vie dei Tesori“.
Si potrà entrare nel palazzo settecentesco affacciato sul cuore antico della città, camminando tra l’alcova di Venere e la sala di Saturno. Le guide condurranno attraverso le sale della mostra “Divino Amore – L’enigma dell’amore nell’arte contemporanea”, prorogata fino al 30 aprile (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17).

Ispirata alla tela di Tiziano del 1514, “Amor sacro Amor profano“, l’esposizione  curata da Alba Romano Pace con la direzione artistica di Lucio Tambuzzo – si interroga sull’eterno enigma dell’amore attraverso il linguaggio visivo dell’arte. Le opere esposte – video, installazioni, tele e sculture – intrecciano tecniche e linguaggi differenti e innestano identità culturale ed evocazioni sensoriali, focalizzando l’attenzione sull’interazione uomo-natura.

Palazzo Bonocore 12

Palazzo Bonocore

Il proposito è quello di creare una sorta di fenomenologia dell’amore, mettendo in evidenza contrasti e affinità che corrono tra le sue due più forti espressioni: la celeste e la terrena. Si mostra così come ogni elemento dell’amore possa essere l’uno e il suo contrario, mandando un unico messaggio di pace che riconduce a un “patrimonio immateriale ed universale”.

Il percorso espositivo si articola in cinque stanze, una per ogni tema, di cui si presentano due aspetti (terreno e celeste): il Chiarore e l’Oscurità; Corpo spirituale e corpo materiale; l’Acqua purificatrice e la Fonte della vita; l’Eden e il Giardino delle delizie; Veneri e Sante.
A esporre sono: Giuseppe Agnello, Salvo Agria, Francesco Balsamo, Momo’ Calascibetta, Cinzia Conte, Rita Casdia, Gaetano Cipolla, Sergio Fiorentino, Grazia Inserillo, Carlo Lauricella, Charles Maze, Maurice Mikkers, Andreas Söderberg – Collettivo Moment22, Collettivo Studio Forward, Collettivo mammasONica, Domenico Pellegrino, Giuseppe Pulvirenti, Ignazio Schifano, Marco Stefanucci e Giuseppe Zimmardi.
Ingresso €4. Info: palazzobonocore@gmail.com – 091.6870520.
Gilda Sciortino
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...