Con “Y Cantor” nascono talenti musicali. In dirittura di partenza la prima edizione della rassegna “Bella voce”


Entro la fine di gennaio la presentazione delle candidature, poi il via alle selezioni per giungere alla serata dell’evento che sancirà uno o più vincitori. Per Roberto Superchi, il direttore artistico, “sarebbe bello che qualcuno capisse il valore del percorso intrapreso e facesse da sponsor a questi ragazzi per aiutarli a costruire – e non solo a sognare  – il proprio futuro”. 

CantoPensi di avere un’ugola che può dare del filo da torcere a chiunque o vuoi semplicemente capire se e quanto talento c’è in te? Ecco, dunque, la tua occasione.

Sono aperte sino al 31 gennaio le iscrizioni  a “Bella Voce”,  prima edizione di una rassegna canora aperta a tutti, dai giovani ( 16-29), agli under (30-49) sino agli over (oltre i 50). A pensare e proporre questa manifestazione è stato Roberto Superchi, da sempre appassionato di musica.

«Vengo da Misano Adriatico – racconta il direttore artistico della rassegna  -. Ho sempre cantato anche quando facevo l’albergatore.  Amo il blues e, appena posso, lo canto con grande passione. Il mio mondo musicale è quello degli anni Sessanta, dei Nomadi, dei Pooh, di Gino Paoli e delle più belle canzoni siano state mai scritte. Dopo tanti anni – abito qui da due decenni – ho pensato di mettere in atto quello che sentivo dentro, ciò che albergava nel mio cuore».

Nasce così “Y Cantor”, gruppo canoro nel quale chiunque può mettersi alla prova, imparando – grazie allo stesso Superchi e alla disponibilità del Comune che mette a disposizione uno spazio a Palazzo Palagonia – a impostare la propria voce, a usare il microfono e a divertirsi interpretando i brani. Il tutto, però, in maniera per nulla improvvisata dal momento che, anche se formata da cantanti non professionisti, “Y Cantor” ha già un curriculum di tutto rispetto. Si è, infatti, esibito in tanti luoghi della città, sostenendo e promuovendo la propria voglia di aiutare.

Y Cantor

Roberto Superchi e i ragazzi di Y Cantor

«Certo ci piacerebbe che qualcuno si accorgesse di noi – aggiunge colui che ha sempre creduto nella forza e nel talento nascosto – dando una mano ai ragazzi di crescere. Qualcuno che, con un minimo investimento facesse da sponsor, aiutandoci ad acquistare alcune attrezzature tecniche per gli spettacoli di beneficenza. Sarebbe un modo per dimostrare che c’è chi capisce e tiene a far coltivare ai più giovani le loro passioni».

E, proprio per dimostrare che si può e si deve andare avanti nonostante le difficoltà pratiche, è nata “Bella Voce”, rassegna che punta a dimostrare che cantare è allegria, personalità, voglia di vivere, di esprimersi.  Cantare fa venire voglia di cantare, non ci sono dubbi. È contagioso.

Partecipare è gratuito. Basta chiamare entro il 31 gennaio al tel 091.7408307/10 o scrivere a rassegnabellavoce@libero.it. Intorno alla metà di febbraio, ogni martedì pomeriggio a Palazzo Palagonia – il luogo in cui è nato e si sperimenta “Y Cantor” – avverranno le selezioni. A valutare le capacità sarà una giuria composta da tanti nomi del dorato mondo dello spettacolo: Costanza Licata, Mimmo La Mantia, i ragazzi dello stesso Y Cantor, solo per fare qualche nome. Il tutto vivrà la sua massima celebrazione in una grande serata durante la quale verranno premiati i vincitori.

Un evento che punta a fare da cassa di risonanza a un lavoro che si svolge da tempo in sordina nel cuore del centro storico di Palermo e che merita di essere conosciuto dal territorio.

Gilda Sciortino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...