“Le Stanze dell’arte” inaugurate dal palermitano Ignazio Schifano

3_Ignazio Schifano_Labirinto 20_Anno 2018_Olio su tela 40x20cm

Ignazio Schifano, Labirinto 20, Anno 2018

Taglio del nastro, alle 18 di giovedì 19 aprile, per “Le Stanze dell’Arte”, mostra di opere di Fausto Pirandello, Giovanni Stradone, Lucio del Pezzo e Ignazio Schifano, da potere ammirare sino al 12 maggio nel nuovo spazio espositivo di via Villaermosa 41 (secondo piano), a pochi passi dal Museo archeologico regionale “Antonino Salinas”.

La mostra – che unisce artisti di generazioni e provenienze geografiche diverse – è stata ideata da Lorenzo Lombardi, giovane direttore della storica Galleria “Lombardi” di Roma. Dopo molte iniziative in Sicilia, in collaborazione con Maria Vittoria Marchetta, direttrice della Galleria d’Arte “La Nica”, anch’essa romana, hanno deciso di essere presenti con un proprio spazio espositivo comune nel capoluogo siciliano, in occasione di “Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018” e della Biennale “Manifesta 2018″.

Fausto Pirandello Bagnanti anni 60 pastello su carta cm 22x28_

Fausto Pirandello, Bagnanti anni 60

«Una testimonianza  – affermano i curatori – della volontà di avere un occhio attento e propositivo verso le nuove generazioni, non tralasciando mai la lezione dei grandi maestri del Novecento italiano».

All’inaugurazione di giovedì prossimo, oltre ai curatori Lombardi e Marchetta, sarà presente l’artista Ignazio Schifano, classe 1976, unico palermitano presente ne “Le Stanze dell’arte”, artista di punta nella nuova realtà pittorica italiana contemporanea. Suoi sono i 10 pezzi della serie “I labirinti” che appartengono a una ricerca personale più recente, noto per il suo

Giovanni Stradone Fuochi di settembre 1964 olio su tela cm 60x80

Giovanni Stradone, Fuochi di settembre 1964

astrattismo concettuale e profondo.

«I Labirinti – spiega  Schifano – sono dei percorsi dell’inconscio. Quando si riesce a entrare si incontrano differenti vie e solo una porta all’uscita».

Fausto Pirandello (1899-1975), siciliano, maestro indiscusso del Novecento italiano, è considerato da illustri storici uno dei maggiori artisti europei della figura. Tra le opere presenti “I Bagnanti degli anni ’60 e ‘70”.

Lucio del Pezzo_La mensola anni 90 T.mista su tela cm 35x50

Lucio del Pezzo, La mensola anni 90,

Ad arricchire la proposta de “Le Stanze dell’Arte”, c’è Giovanni Stradone (1911-1981), esponente della Scuola romana, definito da Lionello Venturi “il più tipico e coerente rappresentante dell’espressionismo italiano”. Sue sono: “Cavallo al fontanile”, “Vaso di mimose” e “Fuochi di Settembre”.

Chiude Lucio del Pezzo,  nato nel 1933, napoletano ma milanese d’adozione, con un lungo soggiorno a Parigi dove assume un ruolo importante nella Patafisica europea. Tra i fondatori del “Gruppo 58” di Napoli, d’impostazione neosurrealista e neodadaista. Presente con: “La mensola degli anni ‘90”, “La piramide di Gizeh”, “Sole 2004” e “Vita e morte di Narianna Alcoforado” del 1960.

La mostra si potrà visitare dal martedì al sabato, dalle 10.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 20; il lunedì, dalle 16.30 alle 20. Ingresso libero.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...