Ricerca “Idea -Azione”. La comunità cinese secondo l’Istituto Arrupe e la Sylff Association di Tokyo

Chinatown di Liu-XiaodongUn incontro sulla comunità cinese a Palermo per condividere i risultati delle ricerche sul territorio, realizzate all’interno della quarta edizione del Programma di ricerca “Idea – Azione”, promosso dall’Istituto “Pedro Arrupe” e finanziato dalla Sylff Association di Tokyo.

In tutto 5 incontri x 5 ricerche, il terzo dei quali è quello che ha fatto tappa idealmente in Cina. Sarà, infatti, la comunità cinese abitante nel capoluogo siciliano al centro dell’incontro, in programma alle 16.30 di venerdì 29 giugno, negli spazi della Casa Officina, in via Cuba 46.

Una ricerca portata avanti per cirtca un anno da Giuseppe Rizzuto grazie alla borsa di studio ottenuta, che ha avuto l’obiettivo di oltrepassare la soglia simbolica e reale che divide la quotidianità degli abitanti di origine cinese dagli altri abitanti della città.

Condotto direttamente in lingua cinese, il lavoro ha posto al centro l’incontro – qui e ora – con diversi soggetti che vivono la città, partendo da diversi punti di vista.

«Questa ricerca  assume uno sguardo dal basso – spiega Rizzuto – , vicino alla strada dove gli abitanti cinesi passano le loro giornate, nei negozi e nei magazzini, dietro quelle lanterne che metaforicamente e fisicamente rappresentano una soglia che difficilmente è attraversata. Gli abitanti cinesi, solitamente descritti come un gruppo chiuso e inaccessibile, si sono aperti e hanno condiviso un universo sociale complesso, variegato e stratificato».

Numerosi i temi emersi: le difficoltà linguistiche e comunicative; il rapporto con gli italiani, con gli altri cinesi a Palermo e con i cinesi in Cina; il problema della microcriminalità e il rapporto con le istituzioni; le abitudini e gli stili di vita; il passato, il presente e il futuro della città dal loro punto di vista. Uno sguardo originale e inedito su un gruppo sociale conosciuto per lo più attraverso stereotipi.

Dopo i saluti di Nicoletta Purpura, direttore dell’Istituto “Pedro Arrupe”, e di Massimo Massaro, presidente di “Sylff Steering Committee” – Istituto Arrupe e  tutor pedagogico del programma di ricerca, si passerà alla presentazione del lavoro. Lo si farà con Giuseppe Rizzuto, ma anche con Ferdinando Fava, professore associato di antropologia culturale presso l’Università degli Studi di Padovae tutor scientifico della ricerca.  Seguirà un workshop per un confronto diretto con istituzioni, studiosi, attori sociali e figure professionali del terrotorio..

Per partecipare all’incontro, libero ma a inviti, info: giuseppe.rizzuto@hotmail.it.

Gilda Sciortino

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...