Monreale by night per andare alla scoperta del Duomo e del Chiostro

Chiostro.jpegUn suggestivo itinerario che ricostruisce l’integrità, articolata in diversi spazi “sacri e di potere” del gioiello architettonico del complesso Abbaziale del Duomo di Monreale.  Lo si  potrà vivere da venerdì 14 settembre a sabato 20 ottobre, grazie a un nuovo percorso speciale notturno, con accesso esclusivo al Complesso monumentale. Visite guidate ogni venerdì e sabato, con turni di mezz’ora, dalle 19 alle 24.

Una collaborazione energica, quella nata tra la Basilica Cattedrale di Monreale, la Soprintendenza ai Beni Culturali della Regione Siciliana e il concessionario CoopCulture (quest’ultimo da dicembre  2017 gestisce i servizi aggiuntivi del Chiostro dei Benedettini) che, attraverso questo nuovo percorso, guiderà gli spettatori nell’esplorazione del Duomo, leggerà il Vecchio e il Nuovo Testamento sui mosaici, ammirerà il Cristo Pantocratore e passerà quindi alla cappella del Crocifisso – meglio nota come Cappella Roano, dal nome del suo fondatore – che accoglie il Tesoro del Duomo; per concludere la passeggiata lungo gli ambulacri del chiostro.

Monreale-2.jpgL’intento dichiarato del re normanno era quello di divenire il punto di riferimento del mondo ecclesiastico sul territorio; anche per questo motivo, concesse il monastero ai Benedettini giunti da Cava dei Tirreni. Sede arcivescovile sin dalla sua fondazione, il Duomo venne completato con l’edificazione dello straordinario chiostro, elegante esempio di architettura monastica, vero hortus conclusus in cui è facile immaginare i monaci camminare, leggere e pregare.

«Sono una delle promotrici di questa iniziativa volta a valorizzare il sito al meglio – afferma la soprintendente Lina Bellanca –. La visita guidata consentirà di apprezzare i contenuti delle singole opere,  dando un senso a questo itinerario complessivo».

Una collaborazione sottolineata anche da don Nicola Gaglio, parroco della Cattedrale. “L’apertura serale consentirà una visita suggestiva all’intero complesso. Sarà di qualità, per un pubblico attento. Grazie, poi, al biglietto unico, anche i visitatori potranno avere un’ idea concreta dell’intero complesso abaziale”

«Questa apertura si inserisce nell’ambito delle numerose iniziative che Coopculture sta portando avanti per contribuire alla valorizzazione del sistema museale siciliano e palermitano – spiega Letizia Casuccio, direttore generale di CoopCulture per l’area centro- sud -.  La lunga esperienza nella  gestione di più di 200 fra i principali Musei e monumenti italiani, ci insegna che le aperture straordinarie e le visite esclusive concorrono ad aumentare il fascino e la reputazione di un luogo di cultura. La visita viene personalizzata, i gruppi sono contingentati e seguiti con cura,  ogni volta è un’esperienza unica che resta nella memoria di chi la vive come momento indimenticabile. Questo vale sia per i turisti che si sentono ospiti graditi di un luogo sia per  i residenti che si riappropriano di spazi, spesso nell’ordinario molto affollati, di cui si è persa la confidenza. I numeri ci danno, per esempio, ragione ad Agrigento e al Salinas con analoghe aperture notturne».

E, volendo parlare di cifre, per quel che riguarda il complesso monumentale di Monreale, al 31 agosto 2018 si registra un incremento dei visitatori del 17% che fa passare gli ingressi dai 148.060 del gennaio/agosto 2017 ai 178.451 del 2018.

duomo.jpgCiò è stato possibile grazie ad alcune opere di sinergia per la visita al sito: un unico itinerario di visita, che dal 24 marzo viene offerto a chi arriva a Monreale. Attraverso un solo biglietto é possibile visitare il chiostro e il duomo, seguendo un intero percorso che racconta i tempi, la corte normanna, i monaci benedettini giunti da Cava dei Tirreni, il chiostro silenzioso e il tesoro della Chiesa. E poi ancora, grazie ai sapienti restauri degli spazi della biglietteria del Chiostro di Monreale, sponsorizzata da Coopculture e realizzata in sinergia con la Soprintendenza di Palermo che ha riportato alla luce degli affreschi di straordinaria bellezza, dimenticati sotto strati e strati di grossolano intonaco. Un vero e proprio ambiente inedito, che oggi si apre ai visitatori che decidono di dedicarsi al chiostro. Nella nuova biglietteria del chiostro, dotata di un bookshop attento ai prodotti artistici del territorio, veri e propri oggetti d’arte nati dalle mani degli artigiani siciliani,  SKIRA ha ideato una linea esclusiva – borse, taccuini, matite, cartoline e altro – che richiama nel logo gli elementi architettonici del complesso monumentale. Sempre in biglietteria, è possibile dotarsi di audio guide complete in più lingue per approfondire la visita.

«È un altro passo avanti per la valorizzazione di questo monumento che, più di ogni altro, rappresenta l’arabo normanno in Sicilia – commenta Aurelio Angelini, direttore della Fondazione Patrimonio Unesco della Sicilia -.  Insieme agli altri valori territoriali del monrealese, promuove uno sviluppo locale sostenibile del territorio».

Gilda Sciortino

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...