Dedicato a Gesualdo Spampinato “Ippos School”, laboratorio artistico per giovani

premio Futurartista 2016

Premio Futurartista, 2016

Un laboratorio di idee e di formazione per far crescere e tramandare la cultura artistica e la formazione artigianale e culturale dei giovani.

Un progetto dei giovani per i giovani, “Ippos School“, che si radica nella storia e nella cultura della città. Nato a Comiso, città d’arte e culla dell’artigianato di qualità, é promosso dall’associazione “Ippos – Arte e Cultura”.

La sua inaugurazione alle 18.30 di venerdì 21 dicembre in via Papa Giovanni XXIII, nei locali di un antico pastificio, nei pressi del torrente Ippari: locali restaurati di recente, che ospiteranno i laboratori e le aule di formazione, portando avanti corsi di formazione di scultura, pittura, grafica, storia dell’arte, scenografia, ceramica, inglese, musica, architettura, fotografia. Anche una compagnia teatrale avrà sede in locali attigui e completerà il percorso sinergico, ad ampio spettro culturale, della scuola.

A guidare il progetto sarà un gruppo tecnico – artistico (una sorta di studio associato), formato da docenti, artigiani e artisti, coordinato da Giombattista Novelli.

Premio Futurartista 2017

Premio Futurartista, 2017

“Abbiamo avviato il progetto tre anni fa – spiega Novelli – dandogli quell’ampia visibilità e prospettiva che lo proietterà nel futuro. Alla base ci sono sempre i giovani con i quali vogliamo far rinascere nella nostra comunità quello che si è perso ormai da decenni, cioè il connubio tra nonni e nipoti, tra padre e figlio, tra professori e studenti, ma soprattutto il lavoro artistico/culturale e civico di un tempo. Naturalmente il tutto in versione contemporanea. La sede che abbiamo scelto è l’antico pastificio “San Giuseppe”, un sito di archeologia industriale scelto per la sua particolare posizione geografica. Vogliamo contribuire alla rivitalizzazione della zona per realizzare un polo artistico e culturale, comprese le botteghe d’artigianato, ricreando l’antichissima sinergia tra “u masciu” (cioè l’artigiano esperto) e “u picciuottu (cioè l’apprendista che impara l’arte all’interno della bottega) che ha permesso la formazione di tante e qualificate maestranze del passato. La nostra scuola, la nostra bottega, potrà diventare il punto di partenza per progetti di riqualificazione e di artigianato di qualità al servizio del territorio e soprattutto un punto di riferimento per le nuove generazioni, una zona dove i giovani ed i meno giovani potranno ritrovarsi per una sinergia dedicata agli incontri musicali, artistici e culturali”.

La sala di formazione di “Ippos School“, inoltre, sarà dedicata a Gesualdo Spampinato, già docente di materie artistiche e formatore, scomparso nel luglio scorso. La scuola ospita, infatti, alcune opere  e i libri del maestro, collegandosi idealmente alla sua eredità artistica.

Gilda Sciortino

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...