Giornalismo investigativo e sociale, il concorso di “Mani Tese” per freelance

mani tese.jpgÈ  rivolto al giornalismo investigativo e sociale il premio “Mani Tese”, volto a sostenere la produzione di inchieste originali su tematiche concernenti gli impatti dell’attività di impresa sui diritti umani e sull’ambiente in Italia e/o nei Paesi terzi in cui si articolano le filiere globali di produzione.

L’iniziativa è  promossa da Mani Tese, Ong che da oltre 50 anni si batte per la giustizia sociale, economica e ambientale nel mondo, ed è riservata a quei giornalisti indipendenti/freelance (singoli o in gruppo) di ogni età, nazionalità e genere, chiedendo loro di  portare  alla luce fatti e storie di interesse pubblico finora ancora poco noti e/o dibattuti, con un taglio sia di denuncia sia di proposta.f

Il concorso fa, inoltre, parte del progetto “New Business for Good”, realizzato con il contributo dell’AICS, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

In palio un massimo di 7.500 euro a copertura delle spese di realizzazione del servizio. La partecipazione è gratuita e la scelta del formato dell’inchiesta (articolo, fotoreportage, video, ecc.) è libera.

Per concorrere bisogna inviare entro il 28 febbraio il proprio progetto e allegare la biografia dei partecipanti, compilando il modulo di iscrizione on line sul sito  https://www.manitese.it/premio-mani-tese-giornalismo-investigativo-sociale/.

I risultati della selezione saranno annunciati entro il 3 maggio e i vincitori avranno fino a un massimo di 90 giorni dalla data di comunicazione dell’avvenuta selezione per consegnare/pubblicare l’opera conclusa.

I membri della giuria, composta da giornalisti e/o esperti del settore, sono: Emilio Ciarlo, direttore comunicazione di AICS.; Tiziana Ferrario, giornalista, già inviata e conduttrice RAI;  Eva Giovannini, giornalista e inviata RAI; Gad Lerner, giornalista e autore di numerosi libri;  Gianluigi Nuzzi, giornalista autore di diverse inchieste e scoop che hanno avuto vasta eco come Vaticano S.p.A. (Chiarelettere, 2009) e Metastasi (Chiarelettere 2015);  Francesco Piccinini, direttore responsabile di Fanpage;  Stefania Prandi, giornalista e fotogiornalista.

Per ulteriori info, scrivere alla mail advocacy@manitese.it.

Gilda Sciortino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...