La donna nell’arte: la raccontano a Comiso sette artiste con “Arteinsieme”

Rosetta Giombarresi“La donna nell’arte” è il titolo della mostra, organizzata dall’associazione culturale “Artensieme” che si inaugurerà alle 18.30 di domenica 10 marzo nella Sala Pietro Palazzo dell’ex “Chiesa del Gesù” di Comiso.

Sette le artiste di Comiso e di Vittoria  – Rosetta Giombarresi, Serenella Guzzo, Emilia La Rocca, Michela Lo Turco, Stella Meli, Beatrice Nicosiae  Irene Ricordo –, anche socie dell’associazione promotrice dell’esposizione, che esporranno le loro opere insieme alle creazioni artigianali di Michela Lo Turco, artista capace di coniugare l’estro e la creatività nei suoi manufatti.

Durante la serata di inaugurazione si potrà partecipare alla conferenza dal titolo “Artemisia Gentileschi, donna artista da non dimenticare”, tenuta dal professore e critico d’arte Alfredo Campo, grazie al quale si andrà alla scoperta della figura della pittrice, vissuta nel XVII secolo che, con la sua pittura, ha rappresentato la figura di una donna che ha saputo riscattare la sua condizione, proiettandosi verso traguardi in quel tempo proibiti e quasi sconosciuti.

Serenella Guzzo

Serenella Guzzo

Artemisia Gentileschi, figlia di un pittore, si formò alla scuola del padre e conobbe grandi artisti. È una delle figure più importanti dell’arte del Seicento: attraverso il dipinto “Giuditta che decapita Oloferne” ha voluto probabilmente rappresentare il riscatto da uno stupro, di cui rimase vittima. La giovane donna denunciò l’oltraggio subito: attraverso l’arte, contribuì a segnare una tappa importante del periodo storico in cui è vissuta ed è ancora oggi, simbolo di riscatto.

«Abbiamo voluto organizzare questa collettiva – spiega Marialuisa Occhione, promotrice dell’evento – per rendere omaggio, attraverso l’arte, alla donna e alle donne. L’arte fu, per Artemisia Gentileschi, strumento di riscatto: una grande donna, esempio ancora oggi. L’attività di “Arteinsieme” non si ferma e, in una data vicina alla “Festa della Donna”, abbiamo pensato di donare alla città la storia di sette donne, sette artiste del nostro territorio».

La serata vedrà anche  la presenza degli studenti del Liceo musicale “Bufalino” di Comiso, che eseguiranno gli intermezzi musicali. I ragazzi della sezione alberghiera della scuola (Cerm), invece, offriranno il rinfresco.

La mostra collettiva, tutta al femminile, resterà allestita fino al 16 marzo.

Gilda Sciortino

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...