Alla Bottega di Libera “Poveri Noi”, il racconto per immagini dell’Italia che non si arrende

Genova

Genova

Redazione. Arriva a Palermo, dopo avere fatto tappa a Milano, “Poveri Noi”, mostra itinerante proposta da “L’Albero della Vita onlus”, nell’ambito del progetto “Varcare la Soglia” per il contrasto alla povertà delle famiglie, che racconta il volto nascosto della povertà.

Sarà inaugurata alle 18.30 di mercoledì 12 giugno negli spazi della Bottega di Libera, in piazza Castelnuovo 13, dove sino al 27 giugno si potrà ammirare il progetto fotografico di Valentina Tamborra a cura di Roberto Mutti, con le storie di Monica Triglia. Un mix di parole e immagini per narrare una delle piaghe più dilaganti del nostro Paese: quello della povertà delle famiglie con minori.

In tutto 26 gli scatti fotografici e  5 i racconti che illustrano un fenomeno così diffuso ma anche poco esplorato, nonostante i grandi numeri. Un racconto dell’Italia che non si arrende e che intende indagare meglio, andando oltre le convenzioni, questa drammatica realtà sempre più importante, che colpisce oltre cinque milioni di italiani, un milione e 208 mila dei quali bambini o ragazzi con meno di 18 anni.

Catanzaro

Catanzaro

«Valentina Tamborra in questo lavoro si è trovata a confrontarsi con problemi nuovi che sapevano di antico” – dichiara Roberto Mutti, curatore della mostra –  perché l’Italia che è stata storicamente un paese povero di questa condizione ha perso la memoria come se tutto appartenesse a una realtà lontana definitivamente superata. E invece le cose non stanno così, basta relativamente poco per scivolare indietro, per accorgersi che quanto era dato per acquisito solo poco tempo prima ora si è allontanato, dapprima in modo impercettibile poi sempre di più e che, per raggiungerlo di nuovo, non si può più fare da soli ma bisogna contare sull’aiuto di altri».

C’è tanta dignità in questa loro accettazione, c’è una grande consapevolezza che si trasforma in forza, c’è una determinazione che funge da motore. Ma, per rendere in fotografia tali sentimenti, operazione peraltro molto difficile, occorre avvicinarsi a questo modo di vivere così tanto da renderlo in qualche modo proprio.

Palermo 2

Palermo

«Ci sono situazioni che sembrano lontane, così lontane che pensiamo non possano sfiorarci mai” – racconta Ivano Abbruzzi, presidente de “L’Albero della Vita” –  che non possano coinvolgere noi, i nostri equilibri, la nostra famiglia, i nostri figli. Rappresentare la povertà oggi è un compito arduo e complesso perché, se è vero che si è sempre parlato di povertà, oggi bisogna riconoscere il fatto che indossa abiti nuovi. Ci troviamo di fronte a una nuova dimensione di povertà: è confermata, infatti, la crescente presenza di “nuovi poveri”. Italiani provenienti da quel ceto medio che fino a pochi anni fa non conosceva il disagio sociale. Restituire dignità vuole dire anche iniziare a guardare con uno sguardo nuovo questo fenomeno, con umanità proprio come hanno fatto in questo splendido lavoro per noi Valentina e Monica, che sono entrate in empatia con alcune delle nostre famiglie beneficiarie. Come fanno i nostri educatori ogni giorno».

Così racconta, invece, il lavoro Monica Triglia che, insieme a Valentina Tamborra, ha incontrato alcune famiglie beneficiare del programma “Varcare La Soglia” de “L’Albero della Vita”.

Napoli

Napoli

«Abbiamo voluto avvicinarci a una realtà quotidiana spesso ignorata, in zone difficili dell’Italia, luoghi vicini, ma percepiti come mondi altri, lontani dalla nostra quotidianità. Abbiamo voluto indagare una nuova povertà che colpisce chi ci sta accanto, che potrebbe colpire noi per primi. Una realtà di cui non siamo solo testimoni silenziosi, ma in cui ci sentiamo fortemente coinvolti. A Milano, Genova, Catanzaro, Napoli e Palermo, nell’Italia ricca del nord e in quella più povera del sud, abbiamo incontrato e ascoltato i protagonisti di esperienze difficili. Raccontando le loro storie, abbiamo voluto spiegare anche l’apporto fondamentale de “L’Albero della Vita” che sta riuscendo a tracciare per molte famiglie una nuova strada verso la serenità».

Dopo Palermo la mostra approderà nelle altre città in cui “L’Albero della Vita” è presente e cioè  Catanzaro, Napoli Genova.

Alla Bottega di Libera, “Poveri Noi” si potrà visitare dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...