Gran Galà dell’Arte. A Villarosa i colori profumi e sapori di Francesco Anastasi

Vucciria 1

La Vucciria

Uno scenario suggestivo, Palazzo Villarosa, a Bagheria, per un evento che punta a regalare bellezza a 360 gradi.

Preceduto dalla conferenza stampa delle 12 nella stessa location, si svolgerà lunedì 23 settembre a partire dalle 19 il Gran Galà dell’Arte, dal titolo “Colori, Profumi e Sapori di Sicilia”, occasione per riunire arte, moda, spettacolo e sociale grazie alla direzione artistica dell’artista Francesco Anastasi, ideatore della stessa manifestazione. La direzione organizzativa è di Gaetano Spina, mentre la coreografiee e la scenografia sono curate da Patrizia Prado.

Un imbrattatore del colore – ama lui stesso definirsi così – che non crea solo tele ma anche abiti parlanti, Francesco Anastasi parla di temi importanti dichiarando il suo deciso “no alla violenza sulle donne” o esaltando una terra come la nostra che è bellezza e arte e non sempre e solo mafia e corruzione.

Francesco Anastasi.jpg

Francesco Anastasi

Artista poliedrico, Anastasi ha al suo attivo quaranta mostre, tra personali e collettive. I suoi dipinti sono realizzati con tecnica acrilica e si ispirano al sociale che racconta attraverso i paesaggi, le donne e la sua Palermo. Attento ai dettagli minuziosi che nelle sue tele diventano protagonisti del colore, numerose e diverse sono le sue opere che esaltano la bellezza e l’arte, diventando eventi veri e propri. La più recente e rappresentativa, però, è “La Vucciria“, un racconto di 40 mq tra ieri, oggi e domani, realizzata in colori acrilici su tela.

«Il progetto nasce – dichiara Anastasi – dopo aver vissuto la grande delusione di vedere la Vucciria così degradata e totalmente abbandonata a se stessa. Ho, così, deciso di mostrarla ieri, oggi e domani».

Tre i volti che Anastasi spiega di un mercato storico come questo.

Grasso e Anasstasi

Giorgio Grasso e Francesco Anastasi

«IERI: molto bella, piena di colori, fluida, allegra, ricordo le “abbanniate” di coloro che vendevano la frutta, il pesce al mercato. OGGI: degrado e abbandono strutturale, trascuratezza, sporcizia, non c’è stata cura artistica da parte delle istituzioni, interruzione di tradizione della vecchia Palermo, passando alla nuova generazione dell’abbandono totale. DOMANI: l’incognita, il futuro è una nuova fioritura, una speranza di una ritrovata Vucciria con sviluppi altamente economici e la possibilità di mostrare ai turisti questo stupendo mercato».

Una miscellanea di colori, armonie, prospettive nuove, che esaltano “La Vucciria” di Francesco Anastasi, già partita alla volta della Biennale di Venezia alla quale l’artista palermitano parteciperà, in un gemellaggio di arte, poesia e bellezza supportato dal critico d’arte Giorgio Grasso, che sarà presente alla conferenza stampa insieme al maestro Anastasi e agli artisti (Francesco Anastasi, Pietro Asaro, Abadi Bucceri, Diego Ganci,  Daniela Cammara, Beniamino Figura, Carmen Frisina,  Daniela Gargano, Vincenzo Michele Grimaldi, Giuseppe Maiorana, Vincenzo Mancino,Letizia Mannina, Giuseppe Misuraca, Oliva Patanella Anil, Rosa Maria Ponte, Luigi Prado, Patrizia Prado. Gabriella Privitera, Giuseppe Ranno, Maria Pia Rocca, Sabrina Russo, Daniela Salamone, Gemma Sammartano, Antonella Stillone, Anna Torres, Max Trancia, Marco Troia, Benedetta Trudesti, Salvo Vaccaro, Maria Felice Vadalà, Emilia Valsellini).  

violenza

Una delle opere contro la violenza sulle donne

«Prima di partire per questa avventura “colorata” – aggiunge – , era giusto dare alla Sicilia un forte impatto di bellezza con questo evento, occasione per sottolineare la forza artistica di un territorio pieno di risorse inestimabili. L’energia che stiamo investendo in questo evento, lo vedrete emergere in tutta la serata».

Trentadue in tutto gli abiti che sfileranno durante il Gran Galà dell’Arte a Palazzo Villarosa, grande spettacolo che avrà grandi artisti dello scenario siciliano. Ospite d’onore, l’attore  Ninni Motisi.

Amorù.jpgUna serata magica, elegante e raffinata, che parlerà di bellezza attraverso i colori, la creatività, l’estro artistico, così come fa in tutto il mondo da anni proprio Francesco Anastasi. Grande anche la rilevanza sociale della manifestazione, in quanto connessa alla campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, tema che Anastasi sottolinea spesso con i suoi abiti. Non a caso in questo percorso ci sarà anche il progetto “Amorù – Rete Territoriale Antiviolenza – Troppo Amore Uccide”, promosso dall’ Organizzazione Umanitaria Internazionale LIFE and LIFE (LaL), ente capofila, e sostenuto da FONDAZIONE CON IL SUD.
Unico in Sicilia a essere stato scelto tra i nove selezionati in tutto il Sud Italia nell’ambito del Bando Donne 2017, si tratta di un intervento che sta incidendo nell’area est della provincia di Palermo con una serie di azioni che partono dal primo contatto per giungere alla realizzazione di aspettative e sogni infranti. In tutto 2000 le donne e 100 i minori con i quali il progetto si relazionerà sino a luglio 2021 attraverso i tre sportelli di ascolto già attivati a Palermo, Villabate e Altavilla. Il 23 settembre saranno presenti la dott.ssa Liliana Pitarresi, coordinatrice della Rete Amorù, e Valentina Cicirello, vicepresidente della LIFE and LIFE, l’ente capofila del progetto.

Una manifestazione, dunque, dai forti colori e messaggi sociali, pronta a fare sognare chi avrà  voglia e fortuna di esserci. Per partecipare chiamare 347 464 1176.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...