La mostra-concorso fotografico del CESIE che cambia come narrare la migrazione

mostra cesie.jpgCambiare la narrazione della migrazione attraverso il racconto di sé è il titolo della mostra che si terrà giovedì 14 e venerdì 15 novembre a Palazzo Asmundo, in via Pietro Novelli, 3. Una delle tappe del percorso di empowerment, di consapevolezza e di competenze compiuto dal CESIE, da sempre promotore del dialogo interculturale, insieme a migranti, richiedenti asilo e titolari di varie forme di protezione.

Talento, futuro, emozioni e ricordi sono i temi principali delle foto realizzate durante i laboratori fotografici del progetto  STIRE – Supporting The Integration of the Resettled, che intende favorire l’integrazione di rifugiati e migranti dando loro una voce e promuovendo la cooperazione con le comunità. Questo, partendo dalla considerazione che le immagini scelte per ritrarre le migrazioni mostrano spesso solo una parte della realtà: persone vulnerabili, portatori di bisogni e di conflittualità. Tali immagini parziali e distorte hanno influenzato l’opinione pubblica e alimentato atteggiamenti razzisti. Testimonianze mediatiche del viaggio, degli sbarchi, di atti criminali che solidificano una visione spersonalizzata e discriminante dei migranti come invasori, minaccia per l’identità nazionale, pesi da scaricare ad altri Stati.

STIRE é co-finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (AMIF) – Integrazione dei cittadini dei paesi terzi – e realizzato congiuntamente da sette partner provenienti da Austria, Romania, Irlanda, Croazia, Slovenia e Italia.

La mostra vuole, quindi, fungere da appello all’importanza di raccontare la realtà restituendo ruolo, significato e peso a ciò che ci circonda, ritornando al concetto di attenzione alla persona umana, con la propria storia, la propria individualità, le sfide da affrontare nella propria ricerca di un posto nel mondo. Tracciando, al contempo, percorsi capaci di aiutare i minori soli, i giovani e gli adulti arrivati a Palermo ad acquisire autonomia e nuove competenze per diventare risorse partendo dal loro progetto migratorio verso la realizzazione dei propri obiettivi personali e professionali.

L’inaugurazione sarà alle 17 e sino al 21.30 è prevista la votazione e premiazione delle foto vincitrici. Seguirà un rinfresco aperto a tutti. Dalle 9.30 alle 20 di venerdì 15 si potranno ammirare le foto di un’esposizione che saprà sicuramente parlare al cuore di quanti avranno la fortuna di visitarla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...