“Arte e Cultura nella Legalità” con l’Usip a Villa Adriana

Approfondire temi di particolare rilevanza aprendosi al confornto con diversi attori del territorio. Un pomeriggio ricco di contenuti, quello organizzato alle 16 di giovedì 29 aprile dalla Segreteria Provinciale dell’Unione Sindacale Italiana Poliziotti a Villa Adriana, dove  tutti i dirigenti sindacali dell’Usip siciliano e palermitano interverranno al convegno svolto in modalità call conference sul tema “Arte e Cultura nella Legalità”.

A intervenire saranno:  Leopoldo Laricchia, Questore di Palermo; Fabrizio Giuffrè, presidente dell’associazione “Beni Culturali Palermo”; Giuseppe Emanuele Greco, vice presidente dell’associazione culturale “Sicilia Promuove”; Antonella Di Bartolo, dirigente scolastica dell’I.C.S.“Sperone-Pertini”; Giacomo Callari, presidente della cooperativa “Sicilia isola dei tesori”; Claudio Barone, segretario confederale Uil Sicilia; Vittorio Costantini, segretario generale nazionale USIP.

Un importante momento di confronto, dicevamo, anche perché l’Unione Sindacale Italiana Poliziotti siglerà un protocollo di intesa con l’Associazione culturale “Sicilia Promuove” per valorizzare il patrimonio artistico di villa Adriana attraverso specifiche iniziative e convegni volte a promuovere la cultura della legalità.

«Un’ occasione di  incontro con le professionalità del settore e i rappresentati istituzionali – afferma il Segretario dell’Usip, Giovanni Assenzio – per ragionare tutti insieme sulla necessità di creare un sistema che faccia squadra per valorizzare l’arte grazie alla cultura nel rispetto della legalità. Un impegno comune di cui si faranno carico tutti i Dirigenti Sindacali dell’Usip siciliano e palermitano attraverso il coinvolgimento del mondo dell’associazionismo e dei rappresentanti della società civile».

Senza dimenticare il ruolo educativo imprescindibile che svolge la scuola

«L’arte e la cultura sono autentici strumenti di libertà e di sviluppo- dichiara Antonella Di Bartolo, dirigente scolastica in una quartiere veramente difficile come lo Sperone – fondamentali per un progetto di futuro che si costruisce nel presente, dentro e fuori le aule scolastiche. Ecco perché dobbiamo coltivare la Bellezza veicolata da arte e cultura; coltivarla e disseminarla, moltiplicando le occasioni di collaborazione e di dialogo interistituzionale».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...