“Mediterraneo culla d’amuri”, il teatro al tramonto della compagnia “Kitikunto”

Le storie e le tradizioni della Sicilia accompagnate dalle poesie di Ninni Motisi, dalle coreografie e le danze di Teri Demma e Stefania Matta, dal canto della cantautrice Miriam Verderosa accompagnata  da  Antonio Di Rosalia (chitarra), Vincenzo Verderosa (piano e percussioni) e Pietro Chiaramonte (basso). Praticamente la sintesi del progetto artistico di KITIKUNTU, compagnia nata da un’idea di Ninni Motisi, che ha riversato tutto questo nello spettacolo “Mediterraneo culla d’amuri”,  che andrà in scena domenica 1 agosto in occasione del percorso nella natura e nella storia tra i ruderi del Passo Sant’Anna di San Martino delle Scale.

Un viaggio affascinante, quello che si potrà fare domenica 1 agosto, dal pomeriggio alla sera, quando un “cantastorie”dei nostri tempi,  attraverso brani inediti della nostra tradizione popolare, ci racconterà dei “suoni delle onde  del mare”, del “canto di una rabbia ancestrale” , della “danza dell’eterno scontro tra l’uomo e la natura”, di un “cibo chiamato amore non ancora consumato ma consolato  dai prelibati piatti  tipici”. Il tutto adagiato su  un  ancestrale spumoso e salato letto … il Mediterraneo.

Un susseguirsi di poesie e racconti sarà intervallato da canti conosciuti e inediti tra mitologia e leggenda, storia e tradizione della nostra amata terra.

Il percorso avrà inizio alle 15 dal Villaggio Montano, per poi proseguire verso la Costa Sant’Anna fino ad arrivare alla Postazione Contraerea. Il sentiero è completamente immerso nella natura, una pista forestale con brevi tratti rocciosi; una lunga passeggiata di sei chilometri che può essere tranquillamente compiuta da chiunque. L’ideale per approcciarsi a un bellissimo – ma purtroppo sottovalutato da molti – sport.

La quota di partenza sarà di 730 metri sopra il livello del mare, la massima 870.

A Portella Sant’Anna l’attenzione sarà tutta per l’omonimo convento femminile risalente al 1200, un vero e proprio reperto storico del nostro territorio. Poco più avanti, invece, si potrà vedere una postazione circolare monoarma della seconda guerra mondiale.

Successivamente verrà proposto lo spettacolo teatrale della compagnia KITIKUNTO, in attesa di vivere tutti insieme in un luogo così suggestivo l’emozione del tramonto .

Alla fine dell’escursione verranno degustati vini rossi e le tipiche muffolette, per poi riprendere il cammino in notturna verso il punto di partenza.

Mediterraneo culla d’amuri” andrà in scena anche il 29 Agosto allo Stand Florio nell’ambito della prima edizione del  “Fasola Folk Fest”, festival del teatro musicale popolare promosso dal Teatro Ditirammu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...