In anteprima, alla Festa dell’Unità di Palermo, il nuovo caustico libro di Gianpiero Caldarella

“Frammenti di un discorso antimafioso” è il titolo del libro di Gianpiero Caldarella, edito da Navarra Editore, che sarà presentato alle 19 di oggi all‘Istituto Gramsci di Palermo, nell”ambito della Festa dell’Unità del Mezzogiorno, in corso ai Cantieri Culturali della Zisa. Organizzato per 60 voci ordinate alfabeticamente, alla stregua del suo illustre predecessore, ossia “Frammenti di un discorso amoroso” di Roland…

A Polizzi Generosa si parla di antimafia grazie a “I Sovversivi” di Nino Amadore

Una riflessione a tutto campo sull’antimafia, sull’etica, sui comportamenti e sulla prospettiva di impegno nella battaglia quotidiana contro mafie e corruzione. E’ l’occasione che darà la presentazione di oggi del libro del giornalista Nino Amadore, dal titolo “I Sovversivi – in terra di mafia la normalità è rivoluzione”, in programma alle 17.30 nella sede del…

Alla Scuola di italiano per stranieri si parla di lotta alla mafia e di resistenza con giornalisti, avvocati e scrittori

La lingua italiana e la cultura, guardando in modo particolare alla lotta alla mafia e alla resistenza partigiana. Sono i temi dei tre seminari per gli studenti della “Scuola di Lingua italiana per Stranieri” dell’Università di Palermo, che saranno tenuti oggi e venerdì 21 agosto da Vincenzo Gervasi, Salvo Palazzolo e Angelo Sicilia. Gli incontri…

A Grosseto si parla di lotta alla mafia. Anche Scorta Civica testimonia il suo impegno

Si parlerà di antimafia e anticorruzione, proseguendo il percorso intrapreso all’insegna di “quel fresco profumo di libertà” di cui ci ha fatto innamorare Paolo Borsellino, nella tre giorni organizzata sino a domani, sabato 9 agosto, a Santa Flora, in provincia di Grosseto, dal Movimento della Agende Rosse e dal Gruppo “Emanuela Loi” di Grosseto, quest’ultimo costituitosi…

Intitolata a Rocco Chinnici piazza di Catania. La figlia Caterina: “Il messaggio di mio padre ha risvegliato le coscienze”

Il piazzale Asia di Catania è stato finalmente intitolato al giudice Rocco Chinnici. Lo ha deciso la Commissione toponomastica del Comune etneo, per onorare la memoria di un uomo che ha segnato indelebilmente la storia della lotta alla mafia. Il cosiddetto “giudice buono” è stato, infatti, capo dell’Ufficio Istruzione, ma soprattutto ha ideato il pool…