La chef Lucia Mazzullo si racconta alla giornalista Guglielmino, nell’ambito di “Street fashion & Food”

Lucia Mazzullo

Lucia Mazzullo

Un viaggio dal passato al presente, quello che la chef Lucia Mazzullo proporrà alle 21 di domani, giovedì 25 settembre, negli spazi della libreria Vicolo Stretto, al civico 38 di via Santa Filomena, intervenendo alla manifestazione “Street fashion & food”: tre giorni di arte, moda e gusto che avrà come protagonista questo caratteristico viottolo di Catania, divenuto ormai da qualche anno un polo enogastronomico d’eccellenza.

Promosso nell’ambito di “Chiacchierando di cucina”, l’evento sarà moderato dalla giornalista Antonella Guglielmino, grazie alla quale la Mazzullo racconterà il suo interessante percorso professionale attraverso le ricette siciliane raccolte nel suo libro, dal titolo “Ciuzz the book. Quattro stagioni di cucina siciliana”.

libro Mazzullo

Un vero e proprio percorso articolato, quello compiuta negli anni dalla Mazzullo, caratterizzato da una grande curiosità, ma anche e soprattutto dalla preparazione: due elementi che, uniti alla grande passione, hanno dato vita a una professione piena di soddisfazioni. Passione, peraltro, nata dall’affetto per la nonna dalla quale, già a undici anni, apprende i primi segreti della cucina siciliana e le sue origini.

Radici profonde che, unite al sangue sardo della madre e a quello del nonno, originario di Amatrice, in provincia di Rieti, le consentono di conoscere vari territori e di esplorarli nei loro sapori tipici.

«La cucina è gioco e passione – ama dire lei stessa – ma bisogna conoscerne le regole e rispettarle!».

street fashion cookE lei le conosce molto bene le regole, tanto che oggi é una delle docenti del Gambero Rosso e fa parte della prestigiosa Accademia del Sapore Lagostina. Ha rappresentato la Sicilia a “Fritto Misto all’Italiana”, al “Salone del Gusto” e ad “Anghiò. Festival del Pesce Azzurro”, tanto per fare qualche esempio, collaborando con varie realtà pubbliche e private per progetti di sensibilizzazione culinaria. Il suo obiettivo è promuovere la cucina siciliana e il suo territorio, ma sempre rispettandone l’origine, la stagionalità e gli abbinamenti.

Domani, quindi, non ci saranno solo chiacchiere e la voglia di raccontare aneddoti nati e “cucinati” tra i fornelli, dal momento che le ricette usciranno materialmente dal libri, dando la possibilità di degustarne alcune. Ad annaffiare il tutto ci saranno i vini Primaterra, prodotti nella zona di Randazzo.

Gilda Sciortino
.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...